News

Avvistata la “Medusa Cassiopea” in Sicilia: è una delle più rare e colorate

Si tratta di una medusa appartenente alle classe degli scifozoi, ma non fatevi ingannare dall'aspetto particolarmente 'unico': si tratta di una razza del tutto innocua.

Cambiamenti climatici, pesca intensiva, impoverimento delle specie ittiche che si nutrono di plancton: sono tanti i fattori che hanno spinto la bellissima – quanto innocua – medusa Cassiopea Mediterranea (Cotylorhiza tuberculata) ad uscire allo scoperto.

Sono stati numerosi gli avvistamenti, specie nell’ultimo periodo, di questo splendido esemplare nelle nostre acque, prevalentemente tra il messinese e le isole Eolie. Con dimensioni che possono raggiungere i 35 cm di diametro, questa medusa vive a pochi centimetri di profondità, circondata da piccoli pesci che usano i suoi tentacoli per trovare il nutrimento necessario.

Ma i pesci non sono gli unici ad ‘usufruire’ della medusa: lo splendido, singolare colore dei suoi tentacoli è dovuto alle Zooxantelle, alghe unicellulari  che assorbono il diossido di carbonio liberato dall’ospite e che, in cambio, gli forniscono particolari sostante nutrienti. Nonostante le dimensioni, impressionanti rispetto alle classiche meduse, la Cassiopea non è urticante e, vista la sua importanza ecologica (fungono da filtro per l’acqua di mare), gli esperti consigliano vivamente di non catturarle!

Rimani aggiornato

Università di Catania