Terza Pagina

Laurea, quali fiori regalare? 3 pratici consigli per la scelta

I fiori, immancabili alle lauree, ma quali scegliere? Il rischio di sbagliare è dietro l'angolo: ecco dunque i consigli sui fiori da regalare a una laurea.

La laurea è un traguardo che il neo-dottore raggiunge dopo anni di studio e impegno e per tale ragione deve essere celebrato. Con un misto di emozione e di ansia, i neo-laureati attendono solo di essere proclamati per poter festeggiare con amici e parenti. Tuttavia, mentre per i protagonisti dell’evento quella giornata viene vissuta come una liberazione, gli invitati si trovano spesso alle prese con milioni di dilemmi. Da come vestirsi a cosa scrivere nel biglietto d’auguri, ma soprattutto: quali fiori si regalano ad un neo-laureato? Ecco i consigli sulle scelte floreali più azzeccate per una laurea.

Fiori classici

Durante le sessioni di laurea è possibile che i fiorai vedano i propri negozi affolati di gente alla disperata ricerca di un consiglio su quali fiori è meglio regalare per una laurea. In realtà non esistono dei fiori indicati appositamente per l’evento, tuttavia è possibile individuare delle tipologie di fiori sempre adatte all’occasione.

Andando sul classico, è impossibile non citare le rose. Altre tipologie adatte all’occasione sono i tulipani, i girasoli o ancora fiori eleganti come le orchidee o l’anthurium, senza sottovalutare i mazzi di fiori misti. Per quanto riguarda il colore, la norma vuole che sia il rosso ma le tonalitù aranciate sono ben accette. In conclusione, l’elemento chiave per un bouquet di laurea è sicuramente l’alloro: ogni composizione floreale che si rispetti dovrebbe averne qualche ramo per essere adeguato all’occasione. Un tocco in più in un bouquet classico può essere quello di inserire un gadget che riprenda simbolicamente la laurea.

Fiori originali

Se invece si vuole optare per qualcosa di originale e personalizzato, la prima regola è quella del gusto del protagonista della giornata. Se il neo-laureato ha un fiore preferito c’è poco da interrogarsi sulla scelta: non ci sarà bouquet più gradito di quello con i fiori che il destinatario preferisce.

Un consiglio utile per chi vuole stupire e non scadere nel banale è di certo quello di scegliere i fiori in base al significato che viene loro attribuito. Per esempio, la gerbera ha diversi significati in base alla scelta del colore: rossa indica la vittoria, gialla gloria e arancione allegria. Altra ipotesi per un augurio al neo-laureato è l’azalea, che indica gioia e fortuna. Se invece si vuole approfittare dell’occasione per ironizzare, la magnolia potrebbe essere il fiore azzeccato: indica la perseveranza, come quella di un neo-laureato pigrone che ha comunque raggiunto il proprio traguardo.

Altra dritta per una scelta originale è quella del colore abbinato alla facoltà del laureato: può essere ripreso con dei nastri o con la stessa colorazione dei fiori. Ecco le tonalità correlata ai principali corsi di laurea:

  • Agraria giallo e verde scuro;
  • Lettere e Filosofia bianco o rosso;
  • Giurisprudenza il blu o l’azzurro;
  • Scienze sociali azzurro o celeste;
  • Ingegneria blu e bianco e, scelta decisamente da outsider, il nero;
  • Architettura bianco e giallo;
  • Scienze della Comunicazione vinaccia;
  • Medicina rosso e verde;
  • Veterinaria rosso;
  • Infermieristica rosso scuro;
  • Lingue verde o bordeaux;
  • Belle arti azzurro;
  • Matematica verde, quindi anche un boquet senza fiori;
  • Facoltà scientifiche (Chimica, Fisica, Biologia) vogliono il verde e il bianco;
  • Economia giallo e rosso;
  • Farmacia granata;
  • Psicologia e Pedagogia rosa o viola;
  • Sociologia arancione;
  • Scienze politiche viola.

Dottoressa sì, ma anche Dottore

Probabilmente nel sentire comune, l’omaggio floreale è più adatto se rivolto ad una ragazza: niente di più sbagliato. Se vi state chiedendo cosa portare ad un neo-laureato al posto dei fiori perchè li considerate inadatti, è giunto il momento di ricredervi. Anche gli uomini possono ricevere dei fiori, soprattutto nel giorno della propria laurea.

Le ipotesi sono diverse e i consigli precedenti sono applicabili anche per la versione maschile. In ogni caso qualche idea ad hoc per un uomo potrebbe essere quella di sostituire una pianta al mazzo di fiori: dal girasole al bonsai, senza dimenticare tulipani e giacinti. In ogni caso, i colori vivaci sono più adatti  come il rosso, il viola, il blu e l’arancio ed è meglio evitare i fiori più delicati. Un’eccezione? La rosa bianca, simbolo del raggiungimento degli obiettivi personali. Garofani e bocche di leone sono più adatti se si tratta di un amico e per quanto riguarda i nastri, meglio evitare la seta o il raso e optare per l’opaco. Ultima accortezza: il bouquet non deve avere troppi fiori e in ogni caso devono essere meno di quelli che si regalerebbero a una donna.