Università

Università, nuova facoltà di Medicina in Sicilia: è polemica sulla sede

La disputa tra l’assessore regionale alla salute Razza e il Rettore dell’Università di Palermo, Fabrizio Micari, riguarda la nuova sede della facoltà di Medicina. Dubbi su dove sorgerà la nuova sede.

Dopo l’annuncio della futura creazione di un nuovo corso di Medicina nella Regione, ha avuto inizio un intenso botta e risposta tra il Rettore Micari, dell’Università di Palermo, e l’assessore alla Salute Razza. Il nodo della questione sarebbe proprio la sede in cui la facoltà dovrebbe vedere la luce.

Come riporta il quotidiano online LiveSicilia, per il Rettore dell’Università di Palermo, infatti, la scelta ricadrebbe senza dubbio su Enna, l’assessore Razza caldeggerebbe invece la scelta di Caltanissetta. A favore della sede di Enna, comunque, sarebbe anche Giovanni Puglisi, Rettore dell’Università Kore, che appoggia, quindi, in pieno il collega.

Mi spiace smentire il Rettore Micari – ha, però, dichiarato Razza – ma non è lui l’interlocutore della Regione sulla localizzazione della quarta facoltà di Medicina. Per la Regione è strategica la scelta di Caltanissetta e ne parleremo con il rettore Puglisi e con il presidente Salerno. Capisco voler tutelare la presenza di Palermo su Caltanissetta e intravedo le solite pressioni dei soliti professori sul mio amico Fabrizio che, a differenza loro, sa bene come il protocollo proposto dalle Università sulla gestione dei Policlinici preveda una determinata classificazione delle strutture ospedaliere a beneficio della didattica. Siccome è impensabile che non si utilizzi in prospettiva l’ospedale di Caltanissetta, che è l’hub del centro Sicilia, per quanto ci riguarda non esistono alternative. A meno da non voler rimettere tutto in discussione. E sono convinto che non convenga a nessuno, a partire dai tanti giovani siciliani costretti a cercare facoltà di medicina fuori dall’Isola”.

Le affermazioni di Razza avrebbero scatenato l’immediata replica di Micari, che difende la presenza dell’Università di Palermo a Caltanissetta, con un corso di laurea in Medicina attivo già da anni. “Il corso di laurea – ha voluto sottolineare Micari a LiveSicilia – ha già brillantemente collaborato, in questi anni, con il Cefpas e con l’Ospedale di Caltanissetta. Proprio recentemente, d’intesa con il Consorzio Universitario della Provincia di Caltanissetta ed in particolare con il Presidente Arnone, abbiamo confermato, anzi rafforzato il nostro impegno su Caltanissetta estendendolo anche ad Agraria e ad Ingegneria Biomedica. Non abbiamo quindi alcuna intenzione di ridimensionare la nostra presenza su quella Sede, avvalendoci di tutte le opportunità che derivano dall’autonomia garantita alle Università”.

L’opinione di Micari sarebbe, inoltre, rafforzata dal Rettore Puglisi, il quale ha confermato come in nessun atto del Comitato regionale o delle quattro università siciliane si faccia riferimento a Caltanissetta come sede del corso. Secondo Puglisi, infatti, la scelta più adatta rimarrebbe proprio Enna.

Leggi anche:Sicilia, sì alla quarta facoltà di Medicina: Razza “crede” in Caltanissetta