Scuola

Scuola, Bussetti contro i contatti social tra docenti e studenti

A dirlo è il ministro Bussetti ponendosi a favore di una scuola con valori tradizionali e di rispetto dei ruoli.

È un dato di fatto che il rapporto docenti-studenti sia cambiato negli ultimi anni. Rispetto alla scuola tradizionale, un contributo all’istituzione del nuovo rapporto scolastico è dato dai social: di certo aiutano uno scambio bilaterale tra alunni e insegnanti, nell’invio anche di materiale o di informazioni in merito alle materie e alle lezioni.

Tuttavia, c’è chi non vede di buon occhio un rapporto del genere, che sovverte il punto di vista tradizionale dei ruoli all’interno della classe. Uno tra tutti è proprio il ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Marco Bussetti, il quale si dichiara contrario al contatto social tra docenti e studenti. Il ministro lo dice durante un’intervista su Studenti.it: “Rispetto l’autonomia dei professori ma personalmente sono contrario ai contatti sui social tra studenti e professori, perché il rispetto reciproco passa anche attraverso certi atteggiamenti e certe scelte“.

Sembra, dunque, che il ministro Bussetti sia a favore di un rapporto puramente tradizionale tra gli alunni e i loro insegnanti e probabilmente un rapporto verticale, dove ognuno rispetta il proprio ruolo. Dichiarazioni del genere va in contrasto anche con l’idea – sempre del ministro – di innovazione dell’istruzione: ovvero quella dell’orientamento e dell’incontro degli studenti della scuola (soprattutto superiore) con l’università.

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.

Altro... marco bussetti, miur, rapporto docenti-studenti, scuola
Scuola, edifici siciliani ultimi in classifica: il rapporto “Ecosistema 2018”

Scuola siciliana bocciata da Legambiente: edifici scolastici in zone a rischio sismico, presi in affitto e non curanti della raccolta...

Marines in una scuola catanese: polemica per l’inno cantato dai bambini

I Marines di Sigonella visitano un istituto comprensivo di Catania, accolti dai bambini che cantano l'inno del corpo. Si scatena...

Chiudi