Tecnologia e Social

Dipendenza da Netflix, il primo caso clinico: 26enne finisce in riabilitazione

Certificato e diagnosticato il primo caso clinico di dipendenza da Netflix. Un ventiseienne di Bangalore finisce in riabilitazione.

Siamo onesti: a tutti noi piace Netflix e il termine “binge-watching” ce lo siamo fatti tatuare a caratteri cubitali già dopo l’uscita della prima stagione di Stranger Things.

Ma se pensate d’essere i re e le regine dello streaming selvaggio, sappiate che qualcuno potrebbe avervi superato. Dall’India infatti arriva la notizia del primo ricovero per dipendenza da Netflix presso la clinica Shut (Service for Healthy Use of Technology) di Bangalore.

Il paziente, un ventiseienne disoccupato, passerà alla storia come il primo caso clinico accertato di dipendenza dal servizio di streaming. Netflix era per lui un metodo di evasione, spiegano gli psicologi, un modo per canalizzare le pressioni che riceveva dalla famiglia e la società. Come riporta Manoj Kumar Sharma, professore di psicologia clinica, il giovane trascorreva più di 7 ore incollato allo schermo dal momento del risveglio fino a quello in cui andava a dormire.

E “dormire” viene considerata una parola complicata, in questo caso. Infatti il lungo tempo trascorso a guardare film e serie TV oltre a provocare al 26enne gravi disturbi alla vista avrebbe anche compromesso il suo ciclo del sonno. Aveva perso completamente il controllo della propria vita, ma si spera che grazie alle terapie mirate la situazione possa migliorare al più presto.

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.

Altro... binge-watching, dipendenza, netflix
“Netflix della moda”: come funziona la nuova frontiera del noleggio abiti online

Netflix della moda? Alcune aziende hanno già attivato questo servizio: consiste nel pagamento di una tariffa fissa con la corrispettiva...

Serie TV, tutte le attesissime uscite di ottobre

Film, serie TV e serie animate: ecco tutte le imperdibili uscite di ottobre in casa Netflix.

Chiudi