Catania

Sequestrata mensa della StMicroelectronics: condizioni igienico-sanitarie scadenti

L'ispezione dei carabinieri del Nas ha riguardato sia il laboratorio di produzione alimentare che la sala di distribuzione, dove contemporaneamente si stavano svolgendo lavori di manutenzione: rilevate gravi carenze igienico sanitarie

I carabinieri del Nas di Catania hanno eseguito un’ispezione igienico-sanitaria all’interno della mensa di via Gorgone 36, gestita da una ditta di Albano Laziale. Le segnalazioni sono giunte da parte di alcuni dipendenti che avevano riscontrato delle criticità nel servizio mensa dell’azienda.

Durante l’ispezione gli agenti hanno rilevato delle notevoli pecche dal punto di vista igienico-sanitario sia nella sala di distribuzione, sia all’interno del laboratorio dove vengono cucinati gli alimenti, dove era in corso in confezionamento di 2.500 pasti.

Ad aggravare la situazione il fatto che nella sala distribuzione erano contemporaneamente in atto dei lavori di manutenzione e di tinteggiatura, cosa che avrebbe potuto arrecare dei danni agli alimenti e ai dipendenti.

Il personale medico-igienista e veterinario dell’Asp di Catania, presente durante l’ispezione, ha disposto l’immediata chiusura di tutti i locali e la sospensione del servizio di refezione. L’operazione si è conclusa con la denuncia del titolare dell’azienda, un sessantacinquenne di Terni, avente già alle spalle dei precedenti penali per reati contro la pubblica amministrazione, il patrimonio e le norme che regolano la sicurezza sul lavoro.

 

Università di Catania