Test Ammissione

Test Architettura 2018: quando escono i risultati in forma anonima

Le future matricole di Architettura, oggi potranno conoscere il proprio risultato ai test d'ammissione dello scorso 6 settembre.

Dopo la prova d’ammissione del 6 settembre, che ha visto impegnati migliaia di candidati e future matricole per accedere al corso di laurea di Ingegneria edile ed Architettura, oggi – 20 settembre – gli aspiranti studenti universitari potranno conoscere il proprio risultato in forma anonima, grazie al codice etichetta.

Come? Basta accedere sul proprio profilo registrato sulla piattaforma online di Universitaly. Anche se già con la pubblicazione delle risposte esatte da parte del Miur, proprio dopo la fine del test, i candidati si potevano regolare sul proprio punteggio, solo oggi potranno sapere il loro reale risultato. Non si conosce ancora l’ora esatta in cui verranno pubblicati i risultati in forma anonima, si presuppone come quanto avvenuto per Medicina, che escano nel primo pomeriggio. Tuttavia, anche se conosceranno il proprio punteggio, le aspiranti matricole dovranno aspettare il 28 settembre 2018 per visualizzare il proprio compito (con relative risposte esatte, non date o sbagliate).

Ancora più in là, per il 2 ottobre, sarà infine pubblicata la graduatoria nazionale di Architettura: il Miur assegnerà i posti disponibili in base alla posizione degli studenti e alla loro preferenza sulle sedi al momento del test. Nella graduatoria verranno indicati gli assegnati, che dovranno immediatamente immatricolarsi entro i termini stabiliti, pena l’esclusione, e gli idonei, ossia coloro che hanno ottenuto un punteggio minimo pari o superiore a 20 punti e che potranno eventualmente aspettare lo scorrimento – il primo scorrimento avverrà il 10 ottobre – della graduatoria stessa, diventando così prenotati.

Redazione

Articoli scritti dalla Redazione.

Altro... miur, risultati test, test ammissione 2018
Scuola, Bussetti dice sì a smartphone in classe: nuovo divieto d’uso in Francia

Bussetti si mostra favorevole all'uso degli smartphone in classe, ma solo per uso didattico.

Scuola, boom di supplenti e precari: restano vuote sei cattedre su dieci

Si è da poco aperto l'anno scolastico 2018/2019 ma i docenti assunti di ruolo sono inferiori rispetto al bisogno totale....

Chiudi