Libri

Letture sotto l’ombrellone: 10 consigli per l’estate 2018

Libri da leggere estate
Tempo di mare, tempo di lettura! La redazione di LiveUnict consiglia 10 libri che non possono proprio mancare sotto il vostro ombrellone.

1) Guida Galattica per Autostoppisti di Douglas Adams.
Mischia gli aspetti migliori della fantascienza classica a uno humor tipicamente inglese. Talvolta sa essere disorientante, dopotutto la galassia è un luogo grande e confusionario – per questo ci si dovrebbe portare dietro un asciugamano. E poi, è l’unico libro in cui viene data la risposta alla domanda fondamentale sulla vita, l’universo e tutto quanto!

2) Marina di Carlos Ruiz Zafon vuole trasportarci nella Barcellona degli anni Settanta, dove un giovane di nome Óscar Drai vedrà stravolta la sua vita a seguito del furto di un grammofono, lontano dal collegio e vicino alla giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germàn.
Una delle opere meglio riuscite dell’autore, anche se i suoi capisaldi sono considerati altri, come “L’ombra del vento” e “Il gioco dell’angelo“.

Il tempo e la memoria, la storia e la finzione, si fondevano in quella città come acquerelli sotto la pioggia“.

3) Stoner di John Williams.
Pubblicato nel 1965, il libro arriva in Italia solo nel 2012. Duemila copie vendute alla sua apparizione e poi il silenzio per decenni, oggi Stoner è considerato uno dei romanzi più belli degli ultimi anni.
Protagonista un professore dell’Università del Missouri, quella di Stoner è una storia silenziosa e sommessa ma che fa un rumore assordante. Con uno stile impeccabile, una frase semplice, asciutta e ridotta all’osso, Williams racconta uno degli amori più belli che si possano sperimentare: quello per la Letteratura.


4) I tre giorni di Pompei di Alberto Angela.
Il libro ripercorre una delle più grandi tragedie della storia: il 24 ottobre del 79 d.C. il Vesuvio erutta seppellendo sotto un’immensa coltre di cenere la città di Pompei e i suoi abitanti. Angela, ci farà rivivere attraverso i protagonisti, e la loro quotidianità stravolta, il prima, durante e dopo l’eruzione.
Il testo è inoltre correlato da immagini di ricostruzioni digitali e di reperti archeologici che tutt’oggi sono meta turistica per eccellenza.

“Adesso ovunque c’è solo silenzio, rotto dall’abbaiare di un cane in lontananza, dal raglio di un asino che già spinge un carro, o dal canto di un gallo al quale risponde un altro in una delle tante fattorie disseminate attorno a Pompei. La giornata si preannuncia magnifica, nel cielo terso si respira un’aria cristallina. Quella tipica di un mattino autunnale”.


5) Oceano Mare di Alessandro Baricco.
Tutto ruota attorno al mare. Lo si analizza in tutte le sue forme tramite gli occhi e le storie dei protagonisti, dall’ipersensibile e paurosa Elisewin al professor Bartleboom, fino agli occhi del pittore Plasson, che per dipingere il mare usa l’acqua marina, raffigurando l’oceano sulle sue tele che però restano sempre bianche.


6) Una lezione sul desiderio di conoscenza che non può mai arrestarsi, neanche di fronte alle rivelazioni più sconvolgenti. È il messaggio rinchiuso in Flatlandia – Racconto fantastico a più dimensioni di monsignor Edwin Abbott. Il romanzo è ambientato in un mondo bidimensionale in cui esistono soltanto le dimensioni di lunghezza e larghezza, popolato da una società rigidamente gerarchica in cui le figure geometriche con meno lati, come i triangoli, stanno in basso, e al cui vertice della piramide sociale risiedono i cerchi. Nulla sembra poter scalfire l’ordine inesorabilmente geometrico in cui vivono gli abitanti di Flatlandia, tranne una rivelazione che minaccia di rovesciare il potere costituito: l’annuncio della terza dimensione.

“L’essere soddisfatti di sé significa essere vili e ignoranti, e che è meglio aspirare a qualcosa che essere ciecamente, e impotentemente, felici”.


7) Sabbia nera di Cristina Cassar Scalia. Intrigante, insolito, siculo. Un vice commissario donna, Vanina Guarrasi, con tanti perché e tanti intrighi ai piedi del vulcano, ci farà vivere la nostra Isola sotto la lente d’ingrandimento dei grandi gialli.


8) I Medici – Una dinastia al potere (primo della trilogia) di Matteo Strukul.
Il romanzo ripercorre la storia di Cosimo De Medici e suo fratello Lorenzo, che dopo la morte misteriosa del patriarca della famiglia, Giovanni de’ Medici, diventano gli eredi diretti degli affari di famiglia e del Rinascimento italiano. La vicenda intreccia le trame della costruzione della famosa Cupola di Santa Maria del Fiore, realizzata da Filippo Brunelleschi e dell’ascesa dei Medici alla signoria di Firenze. Non mancheranno intrighi, cospirazioni, colpi di scena… In quello che è il romanzo ispiratore dell’omonima serie televisiva anglo-italiana andata in onda su Rai 1 e disponibile su Netflix.

“Lo sguardo fuggì oltre la struttura: nella piazza sottostante, il popolo di Firenze guardava Santa Maria del Fiore con gli occhi sbarrati. Cardatori, mercanti, macellai, contadini, prostitute, osti e viandanti: tutti parevano innalzare una muta preghiera perché il disegno di Filippo Brunelleschi trovasse finalmente realizzazione”.

9) Non la solita storia d’amore, ma i fili intrecciati di due vite separate dalla crescita e dalla guerra, e ritrovati dopo molti anni, quando tutto sembra cambiato ma tutto vuole trovare il suo posto originario. Venuto al mondo di Margaret Mazzantini è proprio questo: la storia di Gemma e Gojko, di due ragazzi farneticanti che si rincontrano oggi, invecchiati in un dopoguerra recente.


10) L’albergo delle donne tristi di Marcela Serrano.
Storie di tante donne comuni che devono lottare per l’emancipazione e l’affermazione di sé. La protagonista è Floreana, che ci introduce in un albergo per donne ferite, situato in un’isola nel Sud del Cile. Le ospiti hanno qui la possibilità di trovare conforto attraverso la condivisione del dolore con persone affini.

Realizzato in collaborazione con Domenico La Magna.