Libri

I grandi classici della letteratura sbarcano gratis su Instagram

Il progetto nasce dalla New York Public Library e mira a catturare l'attenzione di quanti si lasciano incantare dalla lettura dei romanzi tradizionali.

Da oggi esiste un motivo in più per utilizzare Instagram. E no, non sono le foto in costume di modelle e modelli. Quelle c’erano già. La novità viene direttamente dalla New York Public Library ed è pensata per tutti gli amanti della lettura. Si chiama Insta Novels e consente di leggere gratuitamente, e in qualsiasi parte del mondo vi troviate, i classici della letteratura mondiale direttamente da Instagram.

L’idea è tanto semplice quanto geniale: sul profilo Instagram della biblioteca, @nypl, si trovano, nella sezione “highlights” (quella che consente di salvare le storie sul proprio profilo) appena sotto la descrizione dell’utente, le pagine di alcuni dei più grandi classici della letteratura mondiale in inglese, accompagnate da illustrazioni e animazioni.

Il primo libro scelto per questo viaggio interattivo è Alice nel paese delle meraviglie, il romanzo pubblicato nel 1865 da Lewis Carroll, e al momento è l’unico disponibile, ma sono già state annunciate le prossime uscite della Metamorfosi di Franz Kafka e del classico statunitense The Yellow Newspaper, di Charlotte Perkins Gilman.

A illustrare con grafiche oniriche questo classico della letteratura inglese è un illustratore concettuale di nome Magoz. Si tratta di un’iniziativa dalla portata inesplorata, finora, dalla cyberletteratura, superando d’un tratto i semplici account Twitter o Instagram che si limitano a pubblicare foto tratte dalle pagine dei romanzi.

Infatti, il progetto portato avanti dalla Public Library punta a catturare l’attenzione di quanti di solito si lasciano distrarre facilmente nella lettura dei romanzi tradizionali o non hanno semplicemente la passione per la letteratura, puntando a farla sbocciare attraverso un viaggio interattivo attraverso le parole, accompagnato da disegni e animazioni.

L’idea è quella di rendere accessibile a tutti la letteratura, regalando la possibilità di amare un classico in un mondo sempre più frenetico in cui si ha sempre meno “tempo” per leggere. “Il progetto è in linea con la missione della Biblioteca – ha spiegato Carrie Welch, Chief of External Relations dell’istituzione – che è quella di rendere la conoscenza mondiale accessibile a tutti”.