Attualità

Calano i prezzi delle case in Sicilia: Catania rimane la più cara per gli affitti

I prezzi delle case siciliane diminuiscono, mentre quelli degli affitti restano stabili. Catania tra le più care per l'acquisto e in aumento per gli affitti.

In Sicilia i prezzi dell’acquisto delle case sono in calo dell’1.8%, mentre quelli degli affitti restano in generale piuttosto stabili, interessati da un aumento minimo. Questo è quanto riporta l’Osservatorio di Immobiliare.it in merito alla situazione del mercato immobiliare siciliano.

Il calo maggiore per la compravendita riguarda le province di Ragusa e Caltanissetta, con i prezzi che diminuiscono più del 5%. Catania e Palermo sono invece le più care, rispettivamente con 1.356 e 1.427 euro al mq mentre la media regionale di acquisto di un appartamento è di 1.288, di molto superiore a Caltanissetta, città più economica della regione con 864 euro al mq, e a Trapani, dove il prezzo d’acquisto di un immobile si arresta ai 952 euro al mq.

Per quanto riguarda gli affitti, la situazione sembrerebbe invariata anche se si registra un lieve aumento generale. Il prezzo medio siciliano è di 6,09 euro al mq e la più cara è Catania con 7,31 euro al mq, seguita da Siracusa e Palermo, rispettivamente con un prezzo di 6,58 e 6,56.

Caltanissetta e Trapani le più economiche: se la prima ha avuto un calo del 0,3% rimanendo più stabile, la seconda è invece tra le città siciliane che registrano diminuzioni dei prezzi maggiori. Solo a Ragusa, Siracusa, Catania e Agrigento si registrerebbe un aumento dei canoni che va dallo 0,9% al 7,1% .