Scuola

Concorso docenti 2018: disservizi per inviare domanda, arriva proroga?

Di recente è stato pubblicato il bando per il concorso docenti 2018, per il quale è possibile iscriversi tramite il portale di Istanze online entro e non oltre il 22 marzo; inoltre, dopo alcuni mesi di blocco, è stata aperta la presentazione del modello D3 per la scelta delle scuole per il personale ATA. Ma sono già stati riscontrati numerosi disservizi.

Sembra che i sistemi informatici del Miur non riescano a gestire l’ingente quantità di domande, che in questi giorni proviene sia dai candidati al concorso docenti abilitati 2018, sia dal personale ATA. Sono state numerose le segnalazioni di disservizi: ad esempio alcuni, sui social, hanno visto che accedendo al servizio compare la classica pagina di errore “Error 505“, oppure “Pagine non trovata“.

È probabile che i sistemi siano impallati per l’eccessivo numero di domande presentate in contemporanea in questi ultimi giorni (ad esempio per il concorso docenti abilitati si prevede un numero di domande pari a 100 mila).

Molti starebbero inviando le domande solo nelle ultime ore, perché il Miur ha pubblicato utili Faq solo il 9 marzo. Dato la presenza di disservizi, sono state presentate al Miur numerosissime richieste di proroghe da parte dei vari sindacati, ma si ricorda che il Ministero non prenderà provvedimenti fino all’ultimo momento, quando da un bilancio relativo al numero di domande inoltrate e il numero statistico atteso, si potrà considerare l’idea di una proroga.

Ad ogni modo i candidati non dovrebbero allarmarsi: il Miur si è già attivato per riattivare i sistemi, ritenendo che probabilmente non ci sarà bisogno di prorogare la scadenza.