Scuola

Concorso docenti 2018: valutazione prova orale e punteggi

Di recente è stato pubblicato il bando relativo al concorso docenti abilitati del 2018; l'esame consisterà in una sola prova orale della durata di 45 minuti, nella quale verranno valutate le competenze didattiche e quelle relative alla psicologia dello sviluppo dei ragazzi, nonché la conoscenza di una lingua straniera.

Il concorso sarà puramente formale, giacché non esiste un punteggio minimo conseguibile e alla fine della prova tutti i candidati verranno inseriti in una graduatoria; tuttavia, trattandosi di una graduatoria di merito, conviene comunque ottenere punteggi alti e conoscere anche in che misura verranno valutate la prova e i titoli: la commissione avrà a disposizione un totale di 100 punti assegnabili, 40 alla prova orale e 60 ai titoli valutabili, per i quali si rimanda all’Allegato A del decreto ministeriale 95 del 2016. Dei 40 punti, alcuni saranno così ripartiti:

  • 3 punti in merito alle conoscenze dei dispositivi tecnologici informativi e comunicativi di comune utilizzo all’interno degli istituti scolastici, come ad esempio la LIM;
  • 3 punti relativamente alla conoscenza della lingua straniera, che sarà valutata durante il colloquio e la lezione simulata e che deve corrispondere al livello B2;
  • 60 punti assegnati a giudizio della commissione ai titoli valutabili; tali titoli devono essere posseduti entro il termine di presentazione della domanda, comprovati da adeguati certificazioni o autocertificazioni e presentati alla commissione al massimo 15 giorni prima del concorso.

Sebbene non sia previsto un punteggio minimo, i punti ottenuti determineranno la posizione dei candidati all’interno della graduatoria regionale di merito.

Vedi anche la prova orale: modalità e programmi da studiare

Speciale Test Ammissione