Speciale Sant'Agata

Sant’Agata 2018: nuove misure restrittive per la Messa dell’Aurora e “fuochi da sira ‘o tri”

Credit photo: Salvo Puccio
Accesso limitato per la serata del 3 febbraio in piazza Duomo e per la Messa dell'Aurora, all'alba del 4 febbraio, quando Catania riabbraccerà Sant'Agata.

Sono state annunciate nuove misure di sicurezza per la festa di Sant’Agata che, seppur affollatissima come sempre, vedrà in scena delle squadre appartenenti alle Forze dell’Ordine per controllare il traffico e la mole di persone accorrenti, grazie alla circolare Gabrielli che prevede una particolare attenzione per la gestione degli eventi.

S’inizierà già stasera con i tradizionali fuochi da sira ‘o tri, con la piazza che sarà totalmente recintata da transenne e l’accesso limitato solo in alcune vie; si procederà fino ad una capienza massima di circa 4.500 persone, con gli accessi che saranno controllati e vigilati. La piazza, inoltre, avrà una capienza limitata per ragioni di sicurezza e distanza minima dai fuochi d’artificio, posizionati tra il sagrato della cattedrale e la stessa piazza Duomo.

Stessa sorte toccherà, almeno stando alle ultime notizie, per quanti volessero entrare al Duomo durante l’attesa Messa dell’Aurora, all’alba del 4 febbraio; anche in questo caso, così come già successo parzialmente lo scorso anno, è stata annunciata una capienza massima di 2.500 persone all’interno della cattedrale, con i devoti che dovranno passare da tornelli e metal detector prima di accedere dal portale principale.

Una festa più sicura insomma, ma che comunque non fermerà la folla di devoti e cittadini che saluteranno e accompagneranno la Santa Patrona tra le vie di Catania


Leggi anche: 

Speciale Test Ammissione