Società

CATANIA – Al P.S. Cannizzaro arriva il Codice Rosa per le vittime di violenza 

Migliorare l’accoglienza in Pronto Soccorso per le vittime di violenza di genere. A tale scopo, l’ospedale Cannizzaro di Catania aderisce al progetto regionale “Codice Rosa”.

Il frenetico ambiente del pronto soccorso, se non dotato di opportuni codici, spesso può risultare poco rassicurante per una donna reduce da un’episodio di violenza: zone troppo affollate, occhi e orecchi indiscreti e gente priva di tatto possono contribuire ad acuire le sensazioni negative provate da una donna già in sindrome post-traumatica da stress per via della violenza.

L’Azienda Ospedaliera Cannizzaro si premura verso le donne e aderisce al progetto regionale “Codice Rosa”. Per dare il via all’iniziativa, sabato 25 novembre, Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, avrà luogo un evento formativo con 4 crediti ECM per tutte le professioni sanitarie, che si terrà dalle ore 9 alle 13, presso la stessa Azienda Ospedaliera. L’incontro mira, da un lato, a fornire conoscenze e competenze a tutti quei professionisti che si dovessero trovare ad accogliere una vittima di violenza, dall’altro lato, invece, vuole fornire sostegno alle vittime e sensibilizzare i convenuti sull’argomento.

Il dott. Angelo Pellicanò,  direttore generale dell’Azienda Cannizzaro, aprirà i lavori. A seguire, prenderanno parola la dott.ssa Marisa Scavo, procuratore aggiunto presso il Tribunale di Catania, sul tema “Il contrasto alla violenza di genere: tutela giudiziaria e sostegno alle vittime”; del dott. Marcello La Bella, dirigente Compartimento Polizia Postale e Comunicazioni Sicilia Orientale, su “Violenza e stalking: difendersi dai pericoli della rete”; della prof.ssa Rita Palidda, docente del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania, che tratterà “La violenza sulle donne e le risposte sociali e istituzionali: cosa è cambiato?”; della giornalista Roberta Fuschi, autrice di un volume dedicato a tale tematica, dal titolo “Raccontare la violenza: storie e percorsi di donne che hanno vinto la paura”. Tra gli intervenuti anche i rappresentanti dei centri antiviolenza Thamaia e Galatea. L’evento formativo prevede un momento che servirà ad illustrare le innovazioni introdotte nell’ospedale in attuazione del progetto Codice Rosa. Moderatrice dell’incontro sarà la giornalista Rossella Jannello.

«L’Azienda ospedaliera Cannizzaro – spiega a tal proposito il direttore generale Pellicanò – ha avviato un percorso di accoglienza e presa in carico in Pronto Soccorso delle vittime di violenza fisica, sessuale e psicologica appartenenti a categorie fragili, comprendendo tutti i casi di violenza di genere. È stata redatta una procedura organizzativa specifica che consente la presa in carico globale della persona, sia sotto il profilo medico che sotto quello psicologico».