Scuola

MATURITÀ 2017 – Come affrontare la prima prova: i consigli dell’esperto

Sembra che l’ansia dei maturandi 2017 non abbia contagiato soltanto i social, ma abbia raggiunto anche il MIUR, che ha pubblicato su Youtube un video tutto dedicato alla prima prova. All’interno ci sono alcuni importantissimi consigli per coloro che affronteranno il temutissimo tototema.

 

Il governo insomma sta diventando sempre più social: il MIUR, preso atto che gli studenti vivono sempre più frequentemente sul web, ha adoperato questo canale per venire incontro ai maturandi. Il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli, quando sono usciti i nomi dei commissari esterni della maturità, aveva promesso che nei giorni successivi sarebbe stato pubblicato un video rivolto agli studenti su come prepararsi al meglio per la prima prova. I consigli sarebbero stati dati direttamente da un esperto. Ed è così che il professor Luca Serianni, docente di Storia della lingua italiana alla Sapienza di Roma, rivolge alcuni consigli ai suoi giovani interlocutori:

  • DEDICATE I PRIMI MINUTI A RIFLETTERE: è di pubblica conoscenza che la prima prova ha la durata di sei ore. Dunque è completamente inutile avere fretta di iniziare a scrivere: la prima cosa da fare è fermarsi e riflettere sul tipo di traccia che conviene scegliere; una volta riflettuto sulla traccia, bisognerà leggere e rileggere più volte la traccia d’esame proseguendo la riflessione; infine dedicare la terza fase della riflessione a pensare ad una scaletta, che possa ordinare bene le cose che bisogna scrivere.
  • UTILIZZATE GLI STRUMENTI: Se portate il vocabolario, un motivo c’è. Usatelo, cercate le parole sul dizionario, consultatelo ad ogni minimo dubbio. E rileggete spesso ciò che avete scritto per comprendere se avete scritto bene.
  • LEGGERE PER PREPARARSI: la prima prova può vertere virtualmente su tutto; la cosa migliore è prepararsi al meglio aggiornandosi sull’attualità, vedendo i telegiornali ma soprattutto LEGGENDO i giornali per farsi un’idea e maturare delle opinioni.