Scuola

SCUOLA – Oltre 50 mila ragazzi scelgono l’abbandono scolastico, soprattutto al Sud

Il fenomeno dell’abbandono scolastico è in continuo aumento, a darne conferma sono i dati registrati in diverse aree d’Italia, in particolare nel Meridione.

È il Sud a soffrire maggiormente della fuga degli studenti dalle scuole dove il fenomeno assume dimensioni macroscopiche, fino ad arrivare ad un allarme di emergenza educativa. I motivi possono essere di diverso genere tra cui, sicuramente, la scelta sbagliata dell’indirizzo. Molto spesso si preferisce cercare un lavoretto per guadagnare o si finisce per cadere nelle mani della criminalità, facendo emergere l’aspetto ancora più triste della questione.

Da considerare è anche il coinvolgimento dei genitori che vengono messi nei guai dai propri figli che scelgono di marinare la scuola quando ancora sono negli anni dell’obbligo scolastico. Le forze dell’ordine in questi casi sono costrette ad agire, anche e soprattutto per capire cosa sia successo e nel tentativo di riportare i ragazzi a scuola.

Stando ai numeri estratti dai Rav (i Rapporti di autovalutazione delle scuole), il fenomeno cresce sfortunatamente senza sosta. I dati, gli ultimi disponibili, si riferiscono a due anni scolastici consecutivi: il 2013/2014 e il 2014/2015. Il numero di studenti, registrato ogni anno, che smettono di frequentare le lezioni scolastiche è di oltre 50 mila, di cui 7 mila e 700 provengono dalla scuola media e la restante parte dalle scuole superiori.

Rimani aggiornato