Scuola

SCUOLA – Cambia l’esame di Maturità: ecco le novità

Stanno per cambiare gli esami di Maturità: ecco tutte le prossime novità che verranno introdotte. 

Via libera a un pacchetto di riforme, che entrerà in vigore dal 2018: molti dei cambiamenti riguardano gli studenti e gli esami. L’alternanza scuola-lavoro diventerà uno dei requisiti necessari per essere ammessi agli esami, ma sono soprattutto le prove a subire delle modifiche. Le prove scritte non saranno più tre, ma due: è proprio la terza prova ad essere eliminata, seguirà invece come al solito l’orale.

Le due prove scritte saranno come sempre nazionali: la prima riguarderà la conoscenza della lingua italiana e la seconda dipenderà invece, come già avviene, dal corso di studi. All’orale, i docenti dovrebbero tenere conto delle competenze, dalla capacità di argomentare e dell’esposizione. Per quanto riguarda il voto della maturità, attualmente espresso in centesimi, si terrà maggiormente conto del percorso dello studente negli ultimi tre anni: i crediti diventeranno 40, verranno invece assegnati 20 punti per ogni scritto e altri 20 per l’orale. Non ci saranno cambiamenti per le commissioni.

Novità in arrivo anche per l’esame di terza media, che si basa al momento su sei scritti e il colloquio. Ci saranno tre scritti di italiano, matematica e lingua straniera, il colloquio terrà conto delle competenze trasversali. La prova Invalsi resterà in terza media, ma in un periodo diverso dall’anno per gli esami.