Calcio Catania Sport

CALCIO CATANIA – Torre del Grifo ai messicani? Finaria rilancia

Nelle ultime ore si parla di una possibile cessione del Catania, ma non sarebbe l’unica opzione per chi compra e vi spieghiamo perché.
Vi avevamo già anticipato il ritorno di Lo Monaco con Vergara, quando ancora non aveva deciso se tornare in prima persona o inserire un suo uomo di fiducia, che poteva essere Balzaretti.

Bene, cosa c’entra Vergara? Potrebbe essere ancora lui il misterioso acquirente, portato da Lo Monaco per rimpinguare le casse societarie e risollevare le sorti della società etnea. Ma la cessione non sarebbe l’unica ipotesi, infatti il magnate messicano sarebbe fortemente interessato al Centro Sportivo Torre del Grifo Village e non all’acquisto dell’intera società.

Quindi, al timone del Catania rimarrebbe Finaria ma Jorge Vergara potrebbe accollarsi il centro sportivo, visto come grande possibilità per la sua Omnilife, società impegnata nella produzione e distribuzione di integratori alimentari e nutrizionali che sono basati su una tecnologia avanzata sviluppata da scienziati della NASA, che potrebbe diventare partner dei rossazzurri. Inoltre, l’imprenditore sudamericano si occupa anche di real estate, cioè della gestione, compravendita e valorizzazione degli immobili.

Quindi, lo scenario che si apre sarebbe di un lavoro in concerto tra Finaria e il gruppo Vergara che, con l’acquisto di Torre del Grifo farebbe respirare le finanze etnee. Il giornale La Sicilia riporta: “Jorge Vergara avrebbe confermato l’intenzione di venire a Catania. Presto. Diciamo nei prossimi giorni,entro giugno”. A tal proposito, ricordiamo le parole di Bonanno e del presidente Franco che di comune accordo affermavano la possibilità di rilancio da parte di Finaria:”se non arriverà, entro metà giugno, una proposta di acquisto soddisfacente[…] Finaria metterà le somme per rilanciare la squadra”.

Ma per la proprietà sembrava fondamentale l’intenzione di “scorporare Torre del Grifo dalla vendita – come dichiarò Mancuso – in modo da ampliare l’offerta anche ad acquirenti di livello inferiore, offrendo la possibilità di acquisto con o senza centro sportivo”.
I prossimi giorni saranno perciò decisivi per il Calcio Catania, poiché le parti faranno il punto della situazione e sceglieranno la soluzione migliore per tutti.