Catania

Maltempo, danni e disagi in Sicilia: albero cade in circovallazione di Catania

record pioggia sicilia
Immagine di repertorio
Prosegue il maltempo in Sicilia e soprattutto su Catania: sulla circovallazione etnea è persino caduto un albero.

Maltempo: non accenna a fermarsi la pioggia e il forte vento che da ieri sera sta colpendo la Sicilia, in particolare la parte orientale dell’Isola. Non a caso è stata diramata un’allerta rossa per la giornata di oggi, in attesa di nuove comunicazioni da parte della Protezione Civile, e molte scuole sono state chiuse per precauzione.

 Allerta meteo Sicilia: i comuni e le zone interessate

L’area di Catania è tra le zone più colpite dal maltempo e, oltre ai disagi, si contano i primi danni. Dalla tempesta di vento che ha causato la caduta dei pali della luce sull’Etna alla grande quantità di pioggia che si sta abbattendo sull’intera provincia, poche ore fa è stata segnalata anche la caduta di un albero in città. Si tratta di un albero dal tronco imponente, il quale è caduto sulla carreggiata della circonvallazione etnea, ostacolando il traffico nella direzione della corsia coinvolta.

 Aeroporto Catania: possibili disagi e ritardi dovuti al maltempo

Ma i danni in Sicilia non si fermano qui: infatti, anche altre zone della Sicilia orientale sono state colpite dal maltempo. È il caso della provincia di Messina, dove una strada è stata chiusa a causa di una mareggiata a Santa Magherita. Inoltre, i collegamenti per le Isole Eolie sono al momento interrotti, mentre i centri abitati delle isole sono invasi dall’acqua salmastra.

Neve sui rilievi, con spazzaneve attivi sui Nebrodi e sulla Statale 124, oltre all’Etna innevata anche a quote più basse. Infine, si è registrato un blackout elettrico negli impianti di adduzione e pompaggio di acqua potabile di San Nicola, causato dalla pioggia caduta abbondante a Siracusa.

Advertisements

Sfrutta i vantaggi di Amazon Prime destinati agli studenti e ottieni uno sconto sull'abbonamento tramite LiveUniversity. Iscriviti ora e ottieni tre mesi gratis!