Attualità

Bonus trasporti, anche per minorenni: come fare domanda

Bonus trasporti anche per i minorenni. Di seguito tutte le info per richiederlo, le scadenze e il tetto Isee da non superare per poterne usufruire.

Bonus trasporti: è stato introdotto dal Governo per questo 2022, un voucher per i trasporti per figli minorenni a carico che siano studenti o meno. Ecco tutte le informazioni principali a riguardo.

Primo step: a chi si applica il vincolo del “reddito”?

Secondo il Decreto Interministeriale n. 5 del 29 luglio 2022, il vincolo del reddito imposto a 35.000 è riferito al minore e non al genitore, nella condizione in cui il minore risulti a carico. Quindi ad esempio il genitore può anche avere un reddito di 100mila euro ma se ha un minore a carico, può richiedere il bonus per il minore. Ricordano però che per essere fiscalmente a carico del genitore il minore deve avere un reddito che può andare da zero fino ad un massimo di 2.840,51 euro.

Chi può richiedere il bonus per i minori?

Come già specificato il bonus per i minori può essere richiesto solo da chi li ha a carico fiscalmente, quindi:

  • Genitori;
  • Tutori legali;
  • Affidatari.

Ricordando che per l’Agenzia delle Entrate sono considerati familiari fiscalmente a carico e danno diritto alle detrazioni fiscali tutti i soggetti conviventi o titolari di assegni pagati dal contribuente che non superino il reddito di 2.840,51 euro nel corso dell’anno solare.

Come funziona il bonus traporti per i minori

Allo stesso modo di quello per i maggiorenni. Quindi si deve fare richiesta sulla piattaforma dedicata, ed una volta avuto esito positivo, sarà la stessa ad erogazione un codice identificativo univoco. Il bonus include anche il codice fiscale del beneficiario minorenne, l’importo, la data di emissione e di scadenza. Successivamente il voucher e il codice dovranno essere mostrati alla biglietteria al momento dell’acquisto dell’abbonamento che, verificata la validità, riconoscerà lo sconto effettivo.

Come fare domanda

Nel caso di minorenni per poter effettuare la domanda, è necessario da parte del genitore, tutore o affidatario, autenticarsi sul portale con le proprie credenziali SPID o CIE.

Specificando che l’accesso alla piattaforma consente di richiedere un buono alla volta, quindi per il genitore che, vuole richiedere il buono per il figlio e per se stesso è necessario effettuare due distinte procedure, per un massimo di un bonus in totale a cadenza mensile per ogni beneficiario. Una volta effettuato l’accesso è necessario inserire le seguenti informazioni:

  • nome, cognome, codice fiscale;
  • per la richiesta presentata per i minorenni, il richiedente, oltre al codice fiscale del minore, deve anche attestare che il minore sia fiscalmente a suo carico;
  • il gestore del servizio di trasporto pubblico selezionato tra quelli presenti nel circuito del bonus trasporti 2022.

Quando fare domanda

Essendo un bonus annuale, sarà possibile fare richiesta fino a dicembre 2022. Come già specificato ogni beneficiario può richiedere un massimo di un bonus al mese. Nel caso però di bonus risalenti al mese di settembre non speso del tutto in questo caso specifico di importo residuo, questo si perde e non può essere utilizzato per un altro abbonamento. Successivamente dal 1° novembre e dal 1° dicembre si apriranno le richieste per i voucher relativi agli ultimi due mesi del 2022, ma solo se ci saranno ancora dei fondi disponibili.

Università di Catania