News Sicilia

Sicilia tra le regioni migliori per la differenziata della carta: i dati

Con la sorpresa di molti, la Sicilia è tra le regioni migliori per la raccolta differenziata della carta. Ma non tutta l'isola ha il primato: Palermo è l'eccezione.

La Sicilia nel 2021 rientra tra le regioni che corrono e contribuiscono alla crescita della raccolta differenziata ci carta e cartone nel Mezzogiorno. Ogni anno, Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, diffonde un rapporto sulla raccolta differenziata effettuata in Italia. Da questo rapporto emerge che in Sicilia sono stati raccolti e correttamente avviate a riciclo oltre 205.000 tonnellate con un aumento di più di 14.000 tonnellate rispetto al 2020 per una crescita pari al +7,6%.

Ma non tutte le province hanno dato lo stesso contributo: in cima alla lista troviamo la provincia di Ragusa, la più ecologica, mentre in fondo alla lista troviamo la provincia di Palermo che mostra una contrazione del3,3% rispetto all’anno precedente.

Il direttore della Comieco, Carlo Montalbetti, ha dichiarato che la Sicilia è stata una delle regioni più virtuose dell’ultimo anno. Per la prima volta nella sua storia ha raggiunto la media pro-capite di 42,4 kg per abitante l’anno contribuendo per ben un terzo alla crescita del Mezzogiorno e per il 13% alla crescita complessiva nazionale. Di sicuro sono ancora possibili grandi miglioramenti: sarà importante concentrare gli sforzi per il futuro verso la città di Palermo, in calo del 12,5% nella raccolta di carta e cartone, nonché verso il livello di intercettazione della frazione cellulosica sul totale dei rifiuti prodotti dell’intera regione, fermo al 9,6% e tra i più bassi d’Italia”.

I dati per provincia

Durante il 2021, la Sicilia ha gestito 166.941 tonnellate di carta e cartone, esattamente l’81,3%. Ecco i dati per ogni provincia:

  • Agrigento: oltre 17.000 tonnellate di carta e cartone (raccolta pro-capite di 42,2 kg l’anno per abitante);
  • Caltanissetta: più di 11.000 tonnellate (45,6 kg/ab-anno);
  • Catania: oltre 43.000 tonnellate (41 kg/ab-anno);
  • Enna: più di 6.000 (40,3 kg/ab-anno);
  • Messina: più di 31.000 tonnellate (51 kg/ab-anno);
  • Palermo: oltre 37.000 (30,7 kg/ab-anno);
  • Ragusa: quasi 18.000 tonnellate (56,6 kg ab/anno);
  • Siracusa: più di 18.000 tonnellate (48,1 kg/ab-anno);
  • Trapani: oltre 21.000 tonnellate (50,9 kg/ab-anno).