News Sicilia

La Sicilia brucia, roghi in diverse province: in fiamme anche una discarica

bellolampo
Fiamme in tutta la Sicilia: ecco il punto sulla situazione incendi nell'Isola.

L’emergenza incendi, ormai da giorni, attanaglia la Sicilia. Risulta particolarmente colpito il Palermitano, ma anche in altre province si fa i conti con il susseguirsi dei roghi.

Da ieri brucia anche la discarica di Bellolampo, al nord del capoluogo di Regione. Ad ogni modo, secondo le ultime indiscrezioni, l’incendio è ora sotto controllo.

Il sindaco della città, Lagalla, ha comunque raccomandato ai cittadini di passare poco tempo all’aperto e di tenere le finestre chiuse quando si è a casa. L’intervento dei Vigili del Fuoco ed il supporto del canadair hanno scongiurato il peggio, ma si teme ancora per l’Isola, nelle scorse ore piegata dalle fiamme.


 Incendi in Sicilia, il WWF: “Oltre il 77% sono dolosi e inarrestabili”


I principali incendi

Nelle scorse ore le fiamme hanno messo in fuga anche alcuni residenti del quartiere di Borgo Nuovo. I Vigili, poi, sarebbero ancora a lavoro nei pressi di Poggio Ridente e Poggio San Francesco: anche qui, per via delle fiamme, gli abitanti sono stati invitati a lasciare le abitazioni.

In mattinata, inoltre, un nuovo incendio è divampato nei pressi del Monte Grifone e sono ancora presenti dei focolai nei pressi di Monreale.

Ma non è finita qui. Nelle ultime ore i canadair e le squadre antincendio sono intervenuti nelle seguenti zone: Bolognetta, Montemaggiore Belsito in contrada San Giovanni, a Portella della Ginestra a Piana degli Albanesi.

Incendi anche a Piano dell’Occhio e Valle Presti Monreale, a Monte San Calogero a Caccamo, Belmonte Mezzagno e Calcerame a Montelepre.

Il fuoco ha colpito anche alcune arterie: roghi, di fatto, sono divampati lungo la Palermo-Sciacca, nella zona di San Giuseppe Jato, e sulla Palermo-Catania, all’altezza di Villabate.

Il fuoco non ha risparmiato nemmeno l’Agrigentino. A Canicattì le fiamme hanno messo in pericolo anche Villa Borbonaro.

Nel Trapanese due grandi incendi hanno colpito Calatafimi, soprattutto la vegetazione del Castello Eufemio, il Bosco di Scorace e Buseto Palizzolo, altri roghi hanno sfiorato l’autostrada A29.

Ore trascorse nel tentativo di spegnere i roghi anche nelle province di Catania, Messina e Siracusa.