In Copertina News Sicilia

Dal Teatro di Andromeda alla Grotta Mangiapane: i luoghi più suggestivi in Sicilia

L'estate siciliana prosegue a gonfie vele tra pioggerelle, sole e caldo. L'affluenza di turisti nel territorio siciliano è davvero notevole quest'anno e la voglia di viaggiare ed esplorare la nostra isola è sempre più forte. Ecco che oggi andremo alla scoperta virtuale di alcuni luoghi incantevoli in Sicilia.

La Sicilia è una delle mete più gettonate quest’anno per quanto riguarda il turismo. Oltre alle tipiche spiagge e ai tipici luoghi turisti e attrazioni più famose, in Sicilia sono presenti tanti luoghi incantanti immersi nella natura. Ecco che oggi andremo alla scoperta virtuale di alcuni di questi luoghi incantevoli.

Cavagrande del Cassibile

Natura incontaminata, paesaggi mozzafiato e acqua super limpida. Cavagrande del Cassibile si estende per oltre 2700 ettari, una meraviglia naturale lunga circa 10 Km e circondata da imponenti pareti rocciose, che in alcuni punti sono alti fino a 300 metri. Sono numerosi i sentieri che vi porteranno in questo angolo di paradiso e che i siciliani chiamano “laghetti di Avola“.

Pantalica

La necropoli di Pantalica è una vasta e suggestiva area naturalistica archeologica in provincia di Siracusa. Il nome deriva dal greco πάνταλίθος =luogo di pietre oppure dall’arabo buntarigah =luogo di grotte. Nel 2005 il sito è stato dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. Per comprendere la genesi bisogna andare molto indietro nel tempo…ancora prima della colonizzazione greca, la Sicilia sud-orientale era abitata, ora sulle piane costiere ora sulle impervie montagne, da diverse popolazioni, come testimoniano gli imponenti resti archeologici e la vasta necropoli di grotte artificiali di Pantalica, ma le prime tracce umane potrebbero risalire a diverse migliaia di anni prima con i primi insediamenti di Homo Sapiens…

Le acque di Pantalica, dove scorre il fiume Anapo, sono limpide e in alcuni punti è anche possibile immergersi nelle acque per fare un bagno.

Grotta Mangiapane

Si trova a Custonaci in provincia di Trapani ed è un luogo nascosto nella gola di due montagne. Qui si trova un piccolo villaggio fatto di case colorate ed è un luogo turistico per gli amanti dei luoghi più suggestivi e poco affollati soprattutto durante la stagione estiva.

Questo insediamento risale al periodo del Paleolitico, le incisioni sulle pareti della grotta lo dimostrano. La grotta deve il suo nome alla famiglia che visse lì fino agli anni ’50, dedicandosi all’agricoltura e alla pesca e trasformando questo posto in un vero e proprio villaggio. Secondo quanto si racconta questa famiglia era nota per produrre dell’ottima ricotta.

Isola delle correnti

L’Isola delle Correnti è una piccola isola di forma tondeggiante, che si estende per circa 10.000 metri quadri, raggiungendo un’altezza massima di 4m sul livello del mare. Collegata a Portopalo da una fine lingua di pietra, incanta per la sua bellezza selvaggia ed incontaminata.

L’isola delle correnti per la sua posizione rappresenta una sorta di confine ideale tra lo Ionio e il Mar Mediterraneo. Le correnti che si generano dall’incontrarsi di questi due mari, danno vita a increspature e colori in continua evoluzione… da qui deriva il nome “Isola delle Correnti”.

Teatro di Andromeda

Il teatro di Andromeda è un teatro all’aperto e e un’opera d’arte en plein air. Il teatro è stato costruito in un terreno di famiglia dal pastore-scultore siciliano Lorenzo Reina. Si tratta di un luogo incantevole per chi ama visitare luoghi nascosti che si trovano immersi in mezzo alla natura e datati.

 

A proposito dell'autore

Noemi Costanzo

Nasce a Ragusa il 29 ottobre 1996, è attualmente laureanda in lingue e culture europee. Ha vissuto in Francia, innamorata della lingua francese, di Parigi e del pain au chocolat. Appassionata di slow travel, ama immergersi nelle culture del mondo, esplorando nuovi posti e conoscendo nuove persone. Sogna una vita in America e una carriera nel giornalismo.
Coordinatrice della redazione di LiveUnict da luglio 2021.