Scuola

Concorso straordinario bis: solo prova orale e senza punteggio minimo

insegnante di scuola
Concorso straordinario bis: novità sulla procedura che riguarderà i docenti con tre annualità di servizio. Prevista prova orale e nessun punteggio minimo.

Il concorso straordinario bis si svolgerà entro il 15 giugno 2022. Pare che questo sia proprio l’anno della scuola e un’ottima occasione per moltissimi docenti in cerca di una stabilizzazione. La recente informativa del Ministero dell’Istruzione chiarisce alcuni punti sulla procedura di selezione e sulla bozza di decreto ministeriale.

Vediamo, in questo articolo, cosa c’è da sapere in merito e quali sono gli ultimi aggiornamenti.

Concorso straordinario bis: chi può partecipare

La procedura di selezione è dedicata esclusivamente alla scuola secondaria – attualmente, non è prevista né per l’infanzia e primaria né per il sostegno. Il principale requisito di partecipazione per i candidati e le candidate è essere in possesso di tre annualità di servizio, anche non consecutivi, negli ultimi cinque anni scolastici.

Nello specifico, tutti i requisiti sono:

  • titolo di accesso alla specifica classe di concorso, ovvero analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, oppure abilitazione specifica;
  • non essere stati individuati quali destinatari di contratto a tempo determinato, finalizzato all’immissione in ruolo, ai sensi del comma 4 art. 59 DL 73/2021;
  • avere svolto, a decorrere dal 2017/2018 ed entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione, un servizio nelle istituzioni scolastiche statali di almeno tre anni anche non consecutivi, valutati ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124. Il servizio svolto su posto di sostegno in assenza di specializzazione è considerato valido ai fini della partecipazione alla procedura straordinaria per la classe di concorso prescelta, fermo restando quanto previsto dal punto successivo;
  • avere svolto almeno un anno di servizio dei tre nella specifica classe di concorso per la quale si concorre.

I posti disponibili

Il numero certo dei posti si saprà solo al momento della pubblicazione del bando in Gazzetta (non dovrebbe mancare molto). Tuttavia, secondo alcune indiscrezioni, i posti dovrebbero essere circa 14 mila.

La procedura sarà indetta su base regionale: si potrà fare domanda per una sola regione e una sola classe di concorso.

Concorso straordinario bis: ci sarà solo l’orale

La grande novità di questo concorso sarà la prova. La selezione, infatti, consisterà in una sola prova orale che sarà volta all’accertamento della preparazione del candidato e avrà una durata massima di 30 minuti. Ci sarà, naturalmente, anche la valutazione dei titoli per i quali si potrà ottenere un massimo di 50 punti.

La prova orale valuterà anche le competenze linguistiche del candidato o della candidata: è richiesta una conoscenza della lingua inglese di livello B2 del QCER (a eccezione dei docenti che concorrono per la lingua inglese). Per i docenti che concorrono, invece, per le discipline linguistiche la prova si svolgerà nella lingua straniera oggetto di insegnamento.

Non è previsto un punteggio minimo per il superamento della prova. Secondo il Decreto Milleproroghe, la prova si svolgerà entro il 15 giugno 2022.