News

Mascherine all’aperto e discoteche chiuse, scatta proroga: la nuova ordinanza

mascherine
Mascherine anche all'aperto e discoteche chiuse ancora per 10 giorni: è quanto disposto con un'ultima ordinanza, a firma del Ministro Speranza.

Per ulteriori dieci giorni le discoteche manterranno i propri ingressi chiusi e sarà ancora necessario indossare la mascherina all’aperto. Questa “mini proroga” scatta con una nuova ordinanza, firmata nelle scorse ore dal Ministro della Salute Roberto Speranza.

Negli scorsi giorni Sergio Mattarella è stato rieletto Presidente della Repubblica. Dopo la fine delle votazioni si è tenuto un nuovo Consiglio dei Ministri nel corso del quale sono state rinnovate le misure anti-Covid. Il Governo sceglie di procedere con cautela ma non si mostra restio verso un allentamento delle restrizioni, che dovrebbe scattare a breve. A tal proposito andrà anche ricordato che, dal prossimo mercoledì, si lavorerà per ottenere una semplificazione delle regole anti-Covid legate al contesto scolastico.

L’ordinanza nel dettaglio

Quella odierna è una data importante: il 1° febbraio, di fatto, entrano in vigore nuove regole in merito al Green pass e diventano una realtà le sanzioni per gli over 50 non vaccinati. Inoltre da oggi scatta la proroga di dieci giorni disposta dalla già citata ultima ordinanza, dopo esser stata esaminata ieri dal Consiglio dei Ministri.

Si indica che, ai fini del contenimento della diffusione del virus Sars-Cov-2,fino al 10 febbraio 2022 sono sospese le attività che si svolgono in sale da ballo, discoteche e locali assimilati“.

Ciò significa che verranno vietati anche concerti e feste all’aperto.

Inoltre permane per ulteriori dieci giorni l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto, anche in zona bianca. Secondo quanto precisato all’interno del testo, non saranno tenuti a rispettare tale obbligo soltanto:

  • i bambini di età inferiore ai sei anni;
  • le persone con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina;
  • i soggetti che devono comunicare con un disabile in modo da non poter fare uso del dispositivo;
  • i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva.

Si esplicita, tuttavia, che le disposizioni sull’uso di questo dispositivo di protezione sono derogabili esclusivamente in applicazione di protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico.

L’ordinanza precisa, inoltre, che l’uso del dispositivo di protezione delle vie respiratorie integra e non sostituisce le altre misure di protezione dal contagio quali il distanziamento interpersonale e l’igiene costante e accurata delle mani”.

Le prossime novità

Nei prossimi giorni dovrebbero giungere ulteriori disposizioni. Di fatto, secondo quanto si apprende da più fonti di Governo, un nuovo Decreto Covid dovrebbe arrivare già con il Consiglio dei Ministri del prossimo mercoledì. Con questo si darà copertura normativa all’ordinanza per la proroga di mascherine all’aperto e chiusura delle discoteche.

Inoltre, come già anticipato, si dovrebbe trattare anche delle quarantene per gli studenti e della durata del Green pass per coloro che hanno giù proceduto con la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid.