Eventi

“Stelle cadenti invernali” e congiunzioni: gli spettacoli del cielo di dicembre

stelle cadenti
Foto d'archivio.
Eccolo, dicembre: gli amanti del cielo notturno si preparano ad osservare nuovi e spettacolari eventi astronomici. Tra di questi, due sciami meteorici e una "maxi congiunzione" tra Luna, Mercurio, Venere, e Saturno.

Dicembre è arrivato: mentre il Natale gradualmente si avvicina e comincia il fermento tipico delle festività, gli amanti del cielo notturno si preparano agli spettacoli astronomici che caratterizzeranno l’ultimo mese di questo 2021. D’altronde dicembre è anche il mese del solstizio d’inverno: il giorno più corto dell’anno arriverà, per il 2021, il prossimo 21 dicembre e non il 13 come precedentemente previsto.

Eclissi totale di Sole

Arriverà domani, 4 dicembre, la prossima eclissi totale di Sole: purtroppo, anche stavolta lo spettacolo non sarà visibile dall’Italia, bensì solamente dall’Antartide e, parzialmente, dal Sud Africa e da una parte dell’Oceano Atlantico.

Sciami meteorici

Tuttavia, vi saranno altri eventi ben visibili da ogni parte del mondo: tra questi, spiccano senza dubbio le Geminidi, le “stelle cadenti invernali”, paragonabili alle Perseidi d’agosto, ben visibili nelle notti tra il 10 e il 15 dicembre (con picco situato tra il 13 e il 14 dicembre). Faranno compagnia alle Geminidi le Ursidi, altro sciame di stelle che potrà essere ben visto il prossimo 23 dicembre.

Congiunzioni

Gli eventi astronomici non si fermano qui: a partire dalla vigilia dell’Immacolata, il 7 dicembre, inizierà la “maxi congiunzione” tra Venere, Luna, Saturno e Giove. Più in particolare:

  • il 7 dicembre sarà possibile vedere, in successione, Venere nella costellazione del Sagittario, seguito dalla falce di Luna, Saturno e Giove in Capricorno;
  • l’8 dicembre, Venere nel Sagittario tramonterà per primo, seguito da Saturno, dalla Luna crescente e da Giove nel Capricorno;
  • il 9 dicembre, infine, la Luna crescente sorpasserà tutti i pianeti: sarà così possibile osservarla nella costellazione dell’Acquario, mentre Giove e Saturno resteranno nel Capricorno e Venere nel Sagittario.

Per chi non dovesse arrivare a vedere la “maxi congiunzione” tra il satellite e i tre pianeti, il prossimo 29 dicembre sarà possibile osservare la congiunzione tra Mercurio e Venere.

Non mancheranno, infine, i vari avvistamenti della Stazione Spaziale Internazionale e della costellazione artificiale Starlink. Dicembre è arrivato e con sé porta numerosi e spettacolari eventi astronomici: gli astrofili si preparano a concludere l’anno in bellezza.