Lavoro, stage ed opportunità

Ispettorato nazionale del lavoro: bando per 2.300 assunzioni

Giovani a lavoro
Ispettorato nazionale del lavoro: in arrivo un nuovo bando per 2.300 nuove assunzioni nel settore. Tutte le informazioni su requisiti e figure richieste.

Nuova opportunità di lavoro presso l’Ispettorato Nazionale del Lavoro. Si tratta di un consistente numero di nuove assunzioni al fine di potenziare le attività e i controlli per la sicurezza dei lavoratori. Presto saranno disponibili nuovi concorsi per la copertura di 2.300 posti di lavoro, rivolti ad ispettori, tecnici e ingegneri.

Ispettorato nazionale del lavoro: confronto Governo-Sindacati

Le notizie sul bando sono trapelate nel corso di un recente incontro tra il Governo e le principali organizzazioni sindacali. Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato i segretari di Cgil Maurizio Landini, Cisl Luigi Sbarra e Uil Pier Paolo Bombardieri, proprio per discutere le ultime novità in tema di sicurezza sul lavoro. All’incontro erano presenti anche i Ministri della Pubblica Amministrazione e del Lavoro, Renato Brunetta ed Andrea Orlando.

Al termine del confronto, il Governo si è posto l’obiettivo di introdurre nuove misure per rafforzare la sicurezza nei luoghi di lavoro, che confluiranno proprio in un apposito decreto da emanare. Tra queste anche una maggiore formazione per i datori di lavoro e i dipendenti sui temi inerenti alla sicurezza e il rafforzamento delle sanzioni per chi viola le nome. Proprio per riuscire a portare a termine questi compiti sarà necessario incrementare l’organico.

Le figure e i requisiti richiesti

Le assunzioni in questione riguardano 2.100 ispettori del lavoro, che saranno reclutati per verificare le condizioni sui posti di lavoro; altri 200 posti saranno dedicati a tecnici e ingegneri. A riguardo bisognerà però soddisfare alcuni requisiti che saranno certi solo una volta pubblicati i relativi bandi di concorso. Considerando l’ultimo concorso Ispettorato Nazionale del Lavoro, i candidati dovranno possedere uno dei seguenti titoli di studio:

  • lauree Magistrali (LM) in LMG/01 Giurisprudenza; LM-63 Scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • lauree specialistiche (LS) in 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
  • diploma di laurea (DL) in Giurisprudenza;
  • laurea (L) in L-14 Scienze dei servizi giuridici, L-16 Scienze dell’Amministrazione e dell’organizzazione, L-36 Scienze politiche e delle relazioni internazionali.

Gli avvisi relativi ai bandi ufficiali di selezione saranno pubblicati in Gazzetta Ufficiale e sulla pagina dedicata ai bandi di concorso del portale web ufficiale dell’Ispettorato del Lavoro.