News

Nascondeva migliaia di file pedopornografici sul pc: arrestato 35enne

polizia postale
Foto d'archivio.
La polizia postale di Catania ha avviato un'indagine che ha condotto all'arresto di un 35enne, accusato di detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico.

Nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura distrettuale di Catania, un uomo di 35 anni (residente a Messina) è stato arrestato con l’accusa di divulgazione e detenzione di materiale pedopornografico.

L’indagine del compartimento polizia postale di Catania trae origine da una segnalazione inviata dagli organi investigativi degli Stati Uniti agli inquirenti di Roma e da questi ultimi  trasmessa alla polizia etnea.

Hanno, così, preso avvio le indagini informatiche che hanno permesso di identificare l’indagato: secondo le prime indiscrezioni, quest’ultimo divulgava immagini di pornografia minorile, anche con vittime in età infantile.

In seguito alla raccolta degli elementi probatori, su delega della Procura Distrettuale di Catania, è stata eseguita dagli agenti di Messina una perquisizione personale ed informatica. Così, nei dispositivi elettronici del 35enne sono stati scovati migliaia di file pedopornografici. Gli esperti della polizia postale eseguiranno sul materiale sequestrato ulteriori e più approfondite analisi, volte a chiarire le modalità di acquisizione ed eventuali vittime minori adescate.

Per l’indagato è scattato l’arresto: nello specifico, l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari, convalidati dal competente giudice per le indagini preliminari.