Scuola

Graduatoria ATA 2021, stop a modifica domande: le prossime fasi

graduatorie ata 2021
Graduatoria ATA 2021: i termini per modificare o inoltrare la propria domanda sono scaduti. Cosa devono attendere, adesso, i candidati? Le prossime fasi.

Graduatoria ATA 2021: quello di aprile è stato un mese di particolare fermento per gli aspiranti candidati alle posizioni ATA nella scuole pubbliche su tutto il territorio nazionale. Si è proceduto, infatti, alla compilazione delle domande per entrare nella graduatoria triennale, che avrà validità fino al 2024.

Nella domanda, si ricordi, dovevano innanzitutto essere inseriti i titoli d’accesso per le varie posizioni come personale ATA contemplate quali collaboratori scolastici, assistenti amministrativi e tecnici, cuochi, guardarobieri, infermieri. Dopodiché, andavano selezionate 30 scuole relative alla provincia d’interesse.

Una volta inoltrata, è stato possibile modificarla fino allo scorso 26 aprile. Ora che non è più possibile apportarvi alcuna sistemazione, cosa dovranno aspettarsi gli aspiranti candidati alla graduatoria?

Graduatoria ATA 2021: le prossime fasi

Come si ricorderà, la prima cosa da fare una volta aperta l’istanza è stata scegliere una “scuola capofila”: ad essa sarebbe stata automaticamente indirizzata la domanda di partecipazione alla graduatoria. A questa scuola, adesso, spetta il compito più importante: verificare che le informazioni immesse nella domanda siano corrette, e valutare i titoli d’accesso così come i titoli di preferenza.

Così facendo, naturalmente, si andrà a fare una prima “scrematura” delle domande: verranno escluse quelle in cui sono state riportate dichiarazioni false, oppure in cui sono state scelte più province (ne viene richiesta soltanto una). Conseguentemente, sarà la volta della pubblicazione delle graduatorie provvisorie.

Per queste ultime, pubblicate tutte nello stesso momento a livello nazionale, sarà possibile, per i 10 giorni successivi, presentare reclamo in caso di errore nella valutazione o richiesta di sostituzione di errori considerati materiali come aver dimenticato di inserire una scuola o un titolo nella propria domanda.

Passati i 10 giorni in cui vengono permessi i reclami, sarà la volta della pubblicazione definitiva della graduatorie ATA 2021: queste saranno liberamente accessibili dal proprio portale Istanze Online Miur, dove inizialmente si è compilata la propria candidatura. Le graduatorie 2018-2021, infine, perderanno immediatamente valore, venendo rimpiazzate, per gli anni a venire, da quelle relative al triennio 2021-2024.

Concorso Scuola, previste prove suppletive: chi può partecipare

Rimani aggiornato