Attualità

Bonus vacanze 2021 fino a 500 euro: come richiederlo

bonus vacanze
Bonus vacanze, novità sulla misura ideata per le famiglie nel 2020 e valida per il 2021: tutto quello che c'è da sapere su come fare richiesta e come ottenerlo.

È in arrivo la stagione estiva e con essa anche tutte le novità che la riguardano. Tra le tante, ritorna protagonista il bonus vacanze.

Il valore del bonus vacanze

L’importo del bonus vacanze nel 2021 è il medesimo del 2020.

  • 150 euro per i nuclei composti da una sola persona;
  • 300 euro per i nuclei composti da due persone;
  • 500 euro per i nuclei composti da tre o più persone.

Bonus vacanze, si potrà usare più volte o cederlo: le novità


Chi può richiederlo

il bonus vacanze sarà concesso a tutti i nuclei familiari con un Isee che non superi i 40.000 euro. Per il calcolo dell’Isee è fondamentale la Dichiarazione sostitutiva unica (DSU), abbia validità dal momento della presentazione e fino al 31 dicembre successivo e che contenga:

  • dati anagrafici
  • reddituali
  • patrimoniali di un nucleo familiare

Come ottenerlo

Al fine di poter ottenere il bonus vacanze è necessario che ogni richiedente sia in possesso di una identità digitale (SPID) poiché la domanda dovrà essere presentata solo ed esclusivamente in forma digitale per cui nessun cartaceo.

Al momento della richiesta del bonus, infatti, si dovranno inserire le credenziali SPID e solo dopo fornire l’Isee. Non sarà necessario stampare nulla perché al momento del pagamento basterà mostrare il voucher al titolare della struttura direttamente dal proprio smartphone.

Dove e come sfruttarlo

Il bonus vacanze si potrà utilizzare presso una struttura ricettiva italiana.

Inoltre, può essere concesso sia a tutti che a un solo componente del nucleo familiare, anche diverso dal richiedente.

Può essere speso in un’unica soluzione, presso un’unica struttura turistica ricettiva in Italia:

  • albergo,
  • campeggio,
  • villaggio turistico,
  • agriturismo e bed and breakfast.

L’80% del bonus sarà fruibile sotto forma di sconto immediato (per il pagamento dei servizi offerti dall’albergatore), mentre il restante 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta.

NB:  le strutture non sono obbligate ad accettare il bonus.

Coloro che lo abbiano richiesto dovranno prima assicurarsi, entro la scadenza del 30 giugno 2021, che la struttura scelta partecipi all’iniziativa.