Università in pillole

Laurea, è più probabile conseguirla se uno dei due genitori è laureato: lo studio

laurea
L'Italia, secondo uno studio, sembra tra i paesi meno istruiti. Secondo un'indagine, c'è più probabilità di arrivare alla laurea se uno dei genitori ne possiede già una.

Un figlio di genitori laureati, secondo uno studio, ha più probabilità di intraprendere o terminare un percorso universitario rispetto ad un ragazzo non avente i genitori in possesso di laurea. Infatti, “solo il 12% dei ragazzi aventi genitori in possesso della sola licenza media arriva alla laurea”.

È quanto emerge da uno studio dell’Istituto Nazionale per l’Analisi delle Politiche Pubbliche “Istruzione e mobilità intergenerazionale: un’analisi dei dati italiani” pubblicato nel nuovo numero della rivista SINAPPSI dal titolo “L’istruzione fra scelte di policy, modalità di funzionamento e risultati” che sarà presentato nel corso di un evento online il 4 marzo a cui parteciperà con un indirizzo di saluto il Ministro della Pubblica Istruzione, prof. Patrizio Bianchi.

Lo studio non prende in considerazione il reddito della famiglia, ma si focalizza sui dati dell’istruzione e “forniscono informazioni altamente valide e stabili sulla scolarizzazione completata – sottolinea la ricerca – in quanto le domande inerenti all’istruzione, non essendo percepite come sensibili dai partecipanti alle indagini, hanno un’alta affidabilità e una bassa percentuale di rifiuto”. 

L’istruzione rappresenta una caratteristica molto importante per l’individuo poiché incide sulla situazione lavorativa e di benessere. Secondo Ocse, in Italia,  prendendo a campione gli individui con un’età compresa tra i 25 e i 64 anni, solo il 30% ha completato il livello di studi secondario, l’8% quello universitario e il 68% quello elementare e medio inferiore. Per tale motivo l’Italia appare tra i paesi meno istruiti. 

Rimani aggiornato