Attualità

Zona arancione nel weekend: cosa cambia dal 9 gennaio

nuovo dpcm
Zona arancione nel weekend: a partire da domani, l'Italia entrerà nuovamente in zona arancione. Cosa è possibile fare e quali divieti vanno rispettati.

Zona arancione nel weekend che sta per iniziare. Se in un primo momento si prevedeva la zona rossa, è ormai certo che nei prossimi giorni il colore della Penisola sarà arancione. Vediamo quali sono le misure che entreranno in vigore a partire dalla giornata di domani, 9 gennaio 2021.

Zona arancione weekend: cosa si può fare

Stando alle ultime decisioni del governo e del Cts, il 9 e il 10 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra regioni, mentre sarà consentito fare visita a parenti e amici per un massimo di due persone, ma sempre rimanendo all’interno del proprio comune di residenza. Viene a cadere, dunque, la possibilità di muoversi per visitare amici e parenti anche al di fuori del proprio comune di residenza.

Il cuore di questa misura è, infatti, che sarà vietato uscire fuori dal proprio comune. Naturalmente, rimarranno alcune eccezioni. Ci si può spostare dal proprio comune – ma, attenzione, non dalla propria regione – per motivi di lavoro, salute e altre comprovate necessità e, se si è residente in un piccolo comune con meno di 5.000 abitanti, verso un altro comune che rientri nel raggio di massimo 30 chilometri.

Zona arancione weekend: centri commerciali e supermercati

Molti si chiedono cosa ne sarà di negozi, centri commerciali e supermercati. Soprattutto, a seguito dell’inizio degli sconti su quasi tutta la Penisola. Secondo le misure restrittive in atto, a rimanere chiusi saranno innanzitutto bar e ristoranti, che potranno effettuare solo servizio di consegna a domicilio fino alle ore 22. Rimarranno, invece, supermercati (ricordiamo che è sempre garantito l’acquisto di beni di prima necessità) negozi ed esercizi commerciali fino alle ore 21.

Al contrario, è prevista la chiusura di tutti i parchi e centri commerciali. Ricordiamo, infine, che rimane tutt’ora in vigore il coprifuoco dalle ore 22 alle ore 5. Sui possibili cambiamenti che questo potrebbe subire, il governo non si è ancora espresso. Si attendono, nelle prossime ore, ulteriori aggiornamenti circa la situazione in Italia nel corso delle prossime settimane.


Sicilia zona rossa per tre settimane: Musumeci valuta misure del CTS

Rimani aggiornato