Catania

Covid: ispettori Ministero a Catania per contare posti in terapia intensiva

Reparto terapia intensiva coronavirus
Foto di repertorio.
Ispettori nella città etnea per verificare la situazione relativa ai numeri dei posti letto di terapia intensiva registrati dall'assessorato regionale della Salute sulla piattaforma Gecos

Dopo la polemica sui posti letto in terapia intensiva relativi alla Sicilia, sono arrivati oggi a Catania, come annunciato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, gli ispettori per verificare la situazione relativa ai numeri dei posti letto di terapia intensiva registrati dall’assessorato regionale della Salute sulla piattaforma Gecos. La conferma arriva da fonti del ministero e dell’assessorato alla Salute della Regione Siciliana.

L’invio degli ispettori ministeriali è collegato alle registrazioni audio su una chat di whatsapp con i direttori generali di Asp e aziende ospedaliere di Mario La Rocca, dirigente generale del dipartimento pianificazione strategica della Regione siciliana, che ha scatenato numerose polemiche. Anche l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza e il Governatore Nello Musumeci avevano sollecitato al ministro l’invio degli ispettori “per fare chiarezza”.

Rimani aggiornato