Catania

Catania, “iniezione” di verde: progetto “2000 alberi”

catania foto ambiente
Il progetto che ha avuto più voti di tutti nella scorsa Democrazia Partecipata si concluderà prima di Natale.

Dopo la pausa estiva è ripresa l’esecuzione del progetto “2000 alberi per Catania”, scelto lo scorso anno mediante la democrazia partecipata, che prevede la presenza di nuovi di alberi in tutta la città. Al momento l’intervento è stato portato a termine nella zona di piazza Europa. Attualmente la piazza si è ingentilita per via dell’incombente stagione autunnale con una decina di nuovi arbusti che vanno ad arricchire uno degli spazi più frequentati della città. Col tempo, gli alberi che sono stati piantati creeranno zone d’ombra migliorandone sensibilmente l’aspetto.

Oltre piazza Europa, scelta sollecitata anche dalle associazioni ambientaliste, sono numerose le vie, piazze, aree cittadine interessate dal “tour” di insediamento di arbusti, avviato lo scorso 4 maggio a piazza Dante. La prossima zona verde sarà Corso Indipendenza con una cinquantina di nuovi alberi. Si prevede come termine massimo degli interventi previsti dal progetto vincitore della “Democrazia partecipata” prima di Natale, in modo da consegnare ai catanesi una città più ricca di verde, nel rispetto dell’ambiente e della natura. Così, in poco più di un mese, verranno piantati un migliaio di altri alberi. Lecci, platani, sofora, jacaranda, querce, sono alcune delle specie comprese nel piano redatto dagli agronomi e geologi comunali, coordinati dall’architetto Marina Galeazzi dirigente del verde pubblico.

Tra i tanti interventi si segnalano la bambinopoli di viale Tirreno, piazza Turi Ferro( già piazza Santo Spirito), il cimitero monumentale di Acquicella, il villaggio Sant’Agata, lo spartitraffico dell’asse attrezzato nei pressi di Librino, il parcheggio di Nesima, e tanti altri spazi che riacquisteranno nuovo decoro. Il percorso green prima della pausa estiva ha già toccato l’asse stradale di viale Mario Rapisardi; via Ferrante Aporti nei pressi del Cibalino; Corso Italia e piazza Ettore Maiorana (Umberto); piazza Roma davanti all’ingresso monumentale di villa Bellini; la zona Gioeni della circonvallazione; via Di Prima nel vecchio San Berillo; via della Concordia a San Cristoforo. Il piano di messa a dimora dei 2000 alberi è stato redatto dai tecnici comunali dell’assessorato curati all’ambiente retto da Fabio Cantarella e il confronto della consulta comunale per il verde, secondo il capitolato d’appalto, che prevede la cura e per due anni degli della stessa ditta che li sta piantumando assieme ai tecnici comunali.

Rimani aggiornato