Attualità

Reddito di emergenza: nuova domanda per un’ulteriore mensilità

Reddito d'emergenza
Il prolungamento del Reddito di emergenza, cumulabile con il Reddito di cittadinanza, vuole essere un'ulteriore misura di sostegno per le famiglie più in difficoltà, ha dichiarato la ministra del Lavoro Catalfo.

Non è ancora scaduto il termine per richiedere nuovamente il Reddito di Emergenza, misura di emergenza istituita per supportare le famiglie più in difficoltà durante il periodo di emergenza sanitaria. È possibile fare nuovamente domanda per una ulteriore mensilità, prescindendo dalla domanda già presentata.

Il sussidio va dai 400 agli 800 euro a seconda dei componenti del nucleo familiare ed è possibile integrarlo col Reddito di cittadinanza. Il prolungamento del sussidio, ha spiegato la ministra del Lavoro e delle Politiche sociali Nunzia Catalfo, è “un ulteriore sostegno economico per i cittadini più colpiti dagli effetti dell’epidemia“.

Il termine entro cui presentare la domanda scade il 15 ottobre.

Il Reddito di emergenza non è cumulabile con altre misure di sostegno agli effetti negativi prodotti dal Coronavirus. I requisiti per poter usufruire del beneficio sono:

  •  la residenza in Italia;
  • un reddito ISEE non superiore a 15 mila euro ad aprile 2020;
  • un patrimonio immobiliare familiare inferiore a 10 mila euro per il 2019, incrementato di 5 mila euro per un tetto massimo di 20 mila per ogni componente del nucleo familiare diverso dal richiedente domanda.

L’INPS ha rilevato un aumento delle famiglie richiedenti Reddito o pensione di cittadinanza, con un coinvolgimento di 3 milioni di persone, di cui 1,3 milioni per calcolati relativamente al mese di agosto.