Attualità

Sicilia in fiamme: danni e case evacuate a Piazza Armerina

incendio
Foto d'archivio
I picchi di 37 gradi di questi ultimi giorni e il vandalismo, hanno provocato l'insorgere di vari incendi in diverse zone dell'Isola.

Le elevate temperature di questi ultimi giorni hanno causato vari incendi in diverse zone della Sicilia, tra cui Piazza Armerina e dintorni, dove nella giornata di ieri si sono registrati alcuni danni. Molti focolai si sono accesi nelle zone residenziali e in campagna, tant’è che i residenti della contrada Candivia Cannata sono stati allontanati dalle loro residenze, così come i pazienti dell’ospedale Chiello.

Il disastro causato delle fiamme ha chiamato in causa le quadre di soccorso della forestale. Infatti, nella giornata di ieri, il prefetto Pirrera, responsabile della provincia di Enna, ha provveduto ad inviare cinque mezzi aerei coordinati dalla sala operativa regionale del Corpo forestale. In seguito, a causa della voracità delle fiamme che i mezzi non riuscivano a placare, sono stati chiamati i rinforzi. L’arrivo di un canadair e di un elicottero Prora hanno, così, tamponato la situazione.

Il sindaco di Piazza Armerina ha manifestato il suo dissenso per il disastro ambientale provocato dagli incendi. “La provincia di Enna è attaccata da criminali che stanno appiccando fuoco in diverse zone in modo scomposto per dividere le forze sul campo”, ha dichiarato il primo cittadino. A proposito dell’arrivo dei soccorsi e lo spegnimento dei focolai, Cammarata ha affermato che la situazione è ancora molto complessa, ma risolvibile.Anche il territorio intorno a Nicosia è stato colpito dagli incendi, se si pensa che il monte Altesina è stato colpito da un incendio durato circa 20 ore.

Tra le zone colpite dagli incendi, figurano anche le campagne palermitane. Sono stati molto colpiti i boschi attorno a Monreale e Borgetto, vittima di focolai intensi fino alla tarda serata di ieri. Tuttavia, l’incendio è riuscito a divorare ettari di macchia mediterranea e boschi nella zona di Sagana tra Borgetto, Montelepre e Carini e Valle Presti nel monrealese.

Tra le zone colpite dal fenomeno vi è anche Altavilla Milicia, in contrada Fornarotto e la zona di Santa Cristina a Gela. È stato vittima delle fiamme anche Monte Grifone, nel palermitano e nel comune di Chiusa Sclafani, in località Chiusa La Vecchia.

Rimani aggiornato