Bandi

Scuole Specializzazione Area Sanitaria: pubblicato il bando

È online il bando per l'ammissione alle Scuole di Specializzazione di Area Sanitaria. Cosa vi si trova all'interno? Quali scadenze rispettare? Come sarà strutturata la prova d'ammissione?

Il bando relativo all’ammissione per l’anno accademico 2019/2020 alle Scuole di Specializzazione di Area Sanitaria è online sul sito del MIUR. Per il momento, però, non si sa ancora quanti posti siano stati messi a bando: sul documento ministeriale, infatti, viene comunicato che “con uno o più provvedimenti successivi ed integrativi del presento atto”, saranno “indicati […] i posti disponibili per ciascuna scuola di specializzazione attivata per l’A.A. 2019-2020”.

Ciò di cui si ha la certezza, invece, è a chi saranno riservati i posti nelle Scuole di Specializzazione, una volta resi disponibili. Come spiegato dal decreto direttoriale, infatti, potranno partecipare alla prova d’ammissione:

  • medici militari;
  • personale medico di ruolo del SSN;
  • medici stranieri provenienti dai Paesi in via di sviluppo;
  • sanità della Polizia di Stato;
  • sanità della Guardia di Finanza.

Requisito fondamentale per i candidati, è l’aver ottenuto la laurea in Medicina e Chirurgia in tempo utile per la partecipazione alla prova d’esame, pena l’esclusione dalla procedura concorsuale. Pertanto”, si ricorda sul bando, “al fine di consentire all’ateneo presso il quale il candidato si laurea di effettuare, in vista dell’espletamento della prova d’esame, le opportune comunicazioni di avvenuto conseguimento del titolo di studio, la laurea magistrale deve essere conseguita entro martedì 16 settembre 2020“.

Scuole Specializzazione Area Sanitaria: scadenze e prova

Come spiegato nel bando, “ciascun candidato si iscrive al concorso esclusivamente in modalità on line accedendo al portale Universitaly. Nel momento dell’iscrizione, il candidato, attraverso l’apposita procedura informatica e a seguito di registrazione, deve fornire le seguenti informazioni: cognome e nome, luogo e data di nascita, sesso, cittadinanza, codice fiscale, residenza, email e recapito telefonico.

Gli estremi relativi al documento d’identità dei candidati, invece, verranno acquisiti direttamente: infatti, accedendo al portale, verrà già richiesto di caricarlo. Questa fase dell’ammissione, definita sul bando come prima parte della procedura, sarà attiva dal 28 luglio fino alle 15.00 del prossimo 6 agosto 2020, termine oltre il quale non sarà più possibile prendere parte al bando.

Per quanto riguarda la prova d’ammissione, infine, essa andrà a svolgersi il prossimo 22 settembre 2020. Identica a livello nazionale, essa consterà di 140 quesiti a risposta multipla, da svolgere in modalità informatica, entro e non oltre un lasso di tempo massimo di 210 minuti dall’inizio del test. La graduatoria unica di merito verrà pubblicata il 5 ottobre 2020; l’inizio delle attività didattiche, invece, è fissato per il 30 dicembre 2020.

Per maggiori informazioni scarica il bando.

Rimani aggiornato