In Copertina Lingue

Classifica università Lingue: le migliori secondo Censis

Stai pensando di iscriverti in Lingue? La classifica Censis 2020/21, che indica quali sono i migliori atenei, può tornarti utile. Ecco la classifica università lingue per triennale e magistrale.

Le lauree nel settore linguistico sono sicuramente le più gettonate degli ultimi anni. Il respiro internazionale, la possibilità di accedere a fette di mercato lavorativo non strettamente nazionale e la passione per un settore in costante espansione sono fra le motivazioni principali. Se dunque, vuoi accedere ad un corso di laurea nel settore linguistico, triennale o magistrale, puoi affidarti alla classifica Censis per scegliere le migliori per l’anno 2020/2021. L’istituto di ricerca socio-economico stila infatti ogni anno una classifica con i migliori percorsi accademici che può risultare molto utile per chi è indeciso dove proseguire i propri studi.

Classifica Censis 2020/2021: i criteri di valutazione

Per stabilire quali università sono le migliori nel territorio nazionale, il Censis usa dei parametri di valutazione ben precisi. Esistono in partenza due macro-categorie valutate secondo proprio criteri di riferimento:

  • Le classifiche sugli atenei tengono conto di cinque parametri: borse di studio erogate, comunicazione e servizi digitali, internazionalizzazione, servizi, strutture, occupabilità. Ad ogni settore è riservato un punteggio da cui verrà estrapolata la media e verrà stabilita la posizione dell’ateneo nella classifica. È bene specificare però che questi fattori non entrano nel merito per quanto riguarda la didattica.
  • La valutazione sui singoli rami di studio invece vengono prese in considerazione la progressione di carriera degli studenti e i rapporti internazionali. Nel primo caso si tengono in considerazione tre parametri: tassi di iscritti regolari, tasso di regolarità dei laureati e tasso di persistenza tra il primo e il secondo anno degli immatricolati negli anni precedenti. Per il secondo invece si valutano la mobilità degli studenti in uscita, il rapporto tra numero di università ospitanti e totale degli iscritti e la percentuale di iscritti stranieri.

Classifica Censis 2020/2021: le migliori università di Lingue

Una volta spiegati i criteri di valutazione usati dal Censis è possibile passare alla disamina degli atenei del settore Linguistico. Per l’anno accademico 2020/2021, le migliori università triennali di Lingue sono Bologna (108.5 punti), seguita subito dopo da Trieste (108.0 punti) e da Modena e Reggio Emilia (106.5 punti). Scendiamo al 18° posto per trovare Palermo, con 89 punti, che si piazza prima di Milano e delle università di Roma.

Le università magistrali vedono sempre il nord trionfare in classifica. I primi tre atenei sono infatti: Venezia Cà Foscari (108 punti), Udine (106 punti) e Bologna (102 punti). Palermo, prima università del sud in classifica, scende a 79.5 punti e viene questa volta superata da Milano e Roma Tre.

Per quanto riguarda invece la classica degli atenei non stati, troviamo alla triennale Aosta (104 punti), Roma UNINT (99 punti) e Milano Cattolica (95 punti). La prima università siciliana in questa classica è La Enna – KORE, che si piazza al 7° posto con 76 punti. Mentre alla magistrale troviamo al primo posto Milano Cattolica (87.5 punti) seguita da Milano IULM (80 punti) e Aosta (79 punti). La Enna – KORE è al 6° posto con 73 punti.

Classica Censis 2020/2021: le posizioni dell’Università di Catania

Come si piazza invece l’Università di Catania nella classica in oggetto? Per quanto attiene alla laurea triennale di lingue, l’ateneo ottiene 80.5 punti, 25° in classica, sopra, fra gli altri, Torino, Roma La Sapienza e le università di Napoli.

Deludente invece la posizione della laurea magistrale: ultima in classifica con appena 66 punti.