Altro

Bonus vacanze, al via da luglio: cosa c’è da sapere

bonus vacanze

Bonus vacanze: se ne parla da tanto tempo e molti hanno già le idee chiare su come farne uso: mancano infatti pochi giorni alla possibilità di richiedere l’incentivo che permetterà a molti italiani di avere delle agevolazioni sulle spese per le proprie ferie. Tuttavia, alcuni dubbi continuano ad emergere tra le persone riguardo ai requisiti e alle modalità di utilizzo dell’incentivo. Ecco quindi le informazioni principali riguardo il bonus vacanze 2020.

Bonus vacanze: cos’è

Iniziando dalle basi, è bene definire in cosa consiste il bonus vacanze di cui si è tanto parlato in questi mesi. Si tratta di uno degli incentivi promossi dal Governo per permettere la ripartenza anche nel settore turistico. Il bonus ha in questo senso un doppio valore: permetterebbe infatti ai tanti lavoratori del settore di lavorare anche considerando la crisi economico attuale e le misure di contenimento dei contagi da attuare, le quali metteranno alla prova anche le attività più avviate. Il secondo valore del bonus è invece più sociale che economico: si tratterà infatti di un incentivo che potrebbe permettere anche a persone che quest’anno avrebbero dovuto rinunciare alle vacanze per mancanza di fondi, di avere il loro momento di relax.

Nello specifico, il bonus potrà consistere in diverse cifre, a seconda di quante persone ne faranno uso. Infatti, sarà di 500 euro per ogni famiglia, di 300 euro per nuclei composti da due individui, e di 150 euro per le singole persone. Sarà inoltre necessario spendere l’incentivo in un’unica volta ed esso sarà probabilmente distribuito come sconto anticipato dall’esercente per l’80%, mentre il restante 20% sarà sotto forma di detrazione in dichiarazione.

I requisiti per richiederlo

Chiaramente, sono stati stabiliti dei requisiti per richiedere il bonus. Tra questi, quello principale è sicuramente il valore massimo dell’ISEE per nucleo familiare: se si vorrà richiedere il bonus, esso non dovrà infatti superare i 40mila euro.

Ma un ulteriore requisito è che la struttura ricettiva selezionata per usufruire del bonus sia inserita nell’elenco di quelle partecipanti alla misura. Prima di usufruire è quindi fondamentale sapere quali sono le strutture aderenti, in modo da evitare spiacevoli inconvenienti al momento della vacanza.

Bonus vacanze: come richiederlo

L’incentivo per le vacanze dovrà essere richiesto necessariamente per via telematica attraverso l’app destinata a questo scopo. Si tratta di IO, una applicazione dei servizi pubblici e legata a PagoPa Spa, che sarà scaricabile gratuitamente. Requisito fondamentale per effettuare la richiesta è il possesso di una Carta di identità elettronica o di una identità digitale SPID: per quest’ultimo caso, sarà quindi utile sapere  come richiederla.

L’incentivo potrà essere richiesto a partire dal 1° luglio 2020, effettuando la procedura necessaria attraverso l’app già indicata. Una volta confermata l’elargizione del bonus, sarà possibile usufruirne come segue:

  • sconto presso una delle strutture aderenti, entro il 31 dicembre 2020;
  • detrazione, legata alla dichiarazione dei redditi da presentare nel 2021.

Per informazioni più dettagliate, è bene rifarsi alla guida fornita dall’Agenzia delle Entrate riguardo alla modalità di impiego del bonus vacanze.


Leggi anche:

Bonus vacanze 2020: anche i single potranno usufruirne, ecco come

Bonus vacanze 2020: come richiedere l’ISEE e quali documenti presentare

Vacanze 2020: le mete dove usare il bonus in Italia e in Sicilia

Speciale Test Ammissione