Film Telefilm Serie televisive

Stasera in TV: in onda “Stanotte a Firenze” e “Mine vaganti”

Un'altra serata in quarantena per molti significa passare un'altra serata sul divano a guardare la tv. Ecco tutti i consigli di oggi sulla programmazione di stasera.

Stanotte a Firenze [Rai 1, ore 21.25]: Firenze, come non l’avete mai vista. Di notte, senza le folle dei turisti, avrete il privilegio di scoprire una delle città più visitate e ammirate del mondo, restando a tu per tu con i suoi capolavori. Finalmente le opere d’arte potranno parlare e raccontare i segreti di una bellezza che incanta da secoli.

Maltese – Il romanzo del commissario [Rai 2, ore 21.20]: miniserie televisiva del 2017, diretta da Gianluca Maria Tavarelli. Dario Maltese è un commissario di polizia della narcotici di Roma, durante la fine degli anni ’70. Decise di tornare nella sua città natale, Trapani, per il matrimonio di un collega ed amico, che viene ucciso davanti a lui. Dario allora si fa trasferire in Sicilia e ne prende il posto. Scoprirà che questi aveva scoperto i legami tra mafia, politica e finanza e lui completerà l’indagine.

Mine vaganti [Rai Movie, ore 21.10]: Deciso a dichiarare al padre conservatore la propria omosessualità, Tommaso si vede bruciare sul tempo dal coming out a sorpresa di suo fratello Antonio. Cinque Nastri d’Argento e due David 2010.

Totò, Peppino e la dolce vita [Cine34, ore 21.10]: Antonio Barbacane viene mandato dal ricco nonno a Roma per cercare di corrompere dei politici affinché spostino il tracciato di un’autostrada sulle proprie terre al fine di aumentarne il valore. Egli, invece di provvedere, si abbandona ai piaceri della capitale pur non avendo un lavoro fisso. Per controllarne l’operato viene inviato lì suo cugino Peppino, segretario comunale del paese, moralista ed integerrimo a tal punto da far rimuovere i manifesti del film La dolce vita.

La truffa del secolo [Rai 4, ore 21.21]: Per salvare la propria situazione, un imprenditore in difficoltà economiche decide di aggirare il sistema finanziario francese aderendo al commercio del carbone, ma entra così in una spirale criminale.