Lavoro, stage ed opportunità

Concorso Guardia di Finanza: in scadenza il bando

Concorso Guardia di Finanza: il bando, pubblicato lo scorso 3 marzo, si avvicina presto alla scadenza. Tutte le info utili su scadenza, requisiti e prove.

Concorso Guardia di Finanza: si avvicina il termine per presentare le proprie domande. Il bando, infatti, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 3 marzo; i candidati hanno ora fino al prossimo 3 aprile 2020 per presentare la propria domanda sul portale online, tramite posta certificata (P.E.C.).

Più in particolare, la selezione riguarda ben 930 allievi marescialli. Mentre i primi 860 saranno destinati al contingente ordinario, i restanti 70 andranno al contingente di mare. Ma quali sono i requisiti per partecipare al concorso? Quali prove, una volta inoltrata la domanda, si andranno ad affrontare? Ecco tutte le informazioni utili al riguardo.

Concorso Guardia di Finanza: i requisiti

Sono diversi i requisiti che servono ai candidati per prendere parte alla selezione. Si parta dall’età: potranno fare domanda i giovani tra i 17 e i 26 anni. Richiesto, inoltre, il diploma, o il suo conseguimento nell’anno scolastico 2019/20. Bisogna che i candidati godano dei diritti civili e politici e che posseggano adeguate qualità morali e di condotta.

Serve infine che i candidati non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti né dall’impiego presso una pubblica amministrazione, né, per motivi disciplinari o per inattitudine, dalla vita militare. Bisogna, infine, che i candidati non siano stati condannati, né abbiano ottenuto l’applicazione della pena ai sensi dell’articolo
444 c.p.p. per delitti non colposi o sottoposti a misure di prevenzione.

Le prove d’esame

Per entrare a far parte del corpo della Guardia di Finanza, i candidati dovranno prepararsi ad affrontare più prove. Si parta da quella preliminare: essa prevede un questionario a risposta multipla, seguita poi da una prova scritta in lingua italiana. Una volta passati gli scritti, però, il concorso non è da considerarsi superato: servirà affrontare le prove fisiche.

In particolare, servirà superare una prova di efficienza fisica; si dovranno ottenere l’idoneità psico-fisica e quella attitudinale. Infine, i candidati affronteranno una prova orale riguardante la cultura generale. Facoltative, invece, le prove in lingua e quelle d’abilità informatiche: per quanto riguarda le prime, il candidato sosterrà uno scritto e un orale. Occorre ricordare, infine, che, ai fini della compilazione della graduatoria, la commissione sommerà tutti i risultati delle prove ai titoli che ciascun candidato presenterà nella propria domanda.