Attualità

Messina, è allarme Covid-19: focolaio all’Ircss Neurolesi

Emergenza a Messina, due focolai attivi presso le strutture Ircss "Bonino Pulejo" per Neurolesi e la casa di riposo "Come d'incanto".

Una trentina di casi tra degenti e personale sanitario, questo il drammatico bilancio di ieri a Messina. Sarebbero 15 gli anziani positivi al Covid-19. Bilancio che potrebbe essere ancora aggravato, si attende infatti il responso del tampone su altri ospiti della casa di riposo: in tutto 71 anziani, e su 16 operatori che erano in isolamento da giovedì all’interno della struttura.

Questa mattina l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, che ieri ha messo in atto un Piano straordinario di contenimento del contagio, presiederà una riunione con tutti i manager delle aziende sanitarie del messinese, dove si registra uno dei picchi più alti di casi in tutta la Sicilia. Ieri a Mezzogiorno il bilancio ufficiale, che non teneva conto di questi ultimi dati, era di 66 persone positive.

Queste invece le parole del direttore generale dell’IRCCS Vincenzo Barone: Stiamo provvedendo ad elaborare un piano di dismissione programmata dei pazienti, per trasferirli in altre strutture e attuare i dovuti interventi di sanificazione”. Un’operazione non semplice, data la particolarità di pazienti che sono ricoverati all’interno del centro, oltre al fatto che occorre la necessaria disponibilità da parte di strutture recettive, adatte ad accogliere questo tipo di malati.

I DATI DI OGGI E IL PICCO DELLA PROVINCIA DI MESSINA

Da notare l’incremento dei casi del 21 e del 22 marzo 2020. (in ROSA)

OPERATIVITÀ  DELLA REGIONE E PROVVEDIMENTI URGENTI

Comunicato –  Trasferimento al policlinico ‘Martino’ e all’ospedale  di Barcellona di tutti i pazienti contagiati, è stato organizzato un piano di dimissioni programmate per i degenti non positivi al Covid-19. Si tratta di persone che, secondo il giudizio clinico, possono essere seguite con assistenza domiciliare e che pertanto non necessitano di ricovero. Resteranno nella struttura solo alcuni pazienti ritenuti non trasferibili. Sanificazione, mentre tutto il personale sanitario del Bonino Pulejo è stato sottoposto al test del tampone, così come gli altri pazienti.
Analoghe iniziative sono state intraprese anche per una casa di riposo della città dello Stretto.

Oggi (domenica) l’assessore Ruggero Razza presiederà una riunione in videoconferenza con tutti i manager delle aziende sanitarie del Messinese.

I DATI DEL 22 MARZO