Eventi

Sicilia, istituita la “Giornata dei beni culturali” in ricordo di Tusa

La Sicilia ricorda Sebastiano Tusa, ex assessore regionale ai Beni culturali, e decide di rendergli onore istituendo la giornata dei beni culturali proprio nella data, il 10 marzo, in cui scomparve a seguito di un incidente aereo.

Quale miglior modo per celebrare il ricordo di un uomo che tanto fece per la cultura isolana se non quello di istituire una giornata dedicata ai beni e alle ricchezze culturali del nostro paese? Il presidente della Regione, e assessore ai Beni culturali ad interim, Nello Musumeci ha firmato qualche giorno fa il decreto istitutivo della Giornata: ogni anno, il 10 marzo, la Sicilia onorerà la memoria dell’archeologo scomparso lo scorso anno nell’incidente aereo di Addis Abeda. Una valorosa iniziativa grazie alla quale, ogni anno, il 10 marzo si avrà accesso gratuito ai luoghi della cultura regionale e si organizzeranno eventi e iniziative per promuovere il patrimonio culturale materiale e immateriale della Sicilia.

La nascita della giornata in memoria dell’archeologo ed assessore dei Beni culturali è prevista anche nel disegno di legge di stabilità varato dal governo e approdato a Palazzo dei Normanni. Nel ddl della Finanziaria si prevede l’istituzione della Fondazione “Sebastiano Tusa”. Questa svolgerà attività di diffusione dell’attività archeologica dell’ex assessore mediante l’organizzazione di seminario, gruppi di studio, ricerca, corsi, borse di studio e ogni altra iniziativa utile. Stando a quella che al momento è solo una proposta la fondazione dovrebbe essere retta da un Consiglio d’amministrazione a cui parteciperanno due designati del presidente della Regione, un designato dell’Assessore ai Beni culturali che verrà scelto fra gli archeologi di fama internazionale e un erede diretto di Tusa.

Rimani aggiornato