Catania

Catania, muore dopo aver piazzato bomba, Pogliese: “Dobbiamo riflettere tutti”

Stava piazzando una bomba a Catania quando è rimasto coinvolto nell'esplosione: la vicenda è stata commentata anche dal sindaco Salvo Pogliese.

Un giovane è rimasto coinvolto nella notte in un’esplosione. L’uomo stava piazzando un ordigno nel quartiere di Librino, ma è rimasto coinvolto nella deflagrazione. La vicenda è stata commentata anche dal sindaco di Catania Salvo Pogliese.


Leggi la notizia completa sull’esplosione


“Malgrado il valoroso e costante impegno della magistratura e delle forze dell’ordine – ha dichiarato il sindaco Pogliese – il gravissimo episodio di Librino ripropone in tutta la sua drammaticità le questioni della sicurezza e delle garanzie sociali, che rimangono purtroppo di straordinaria attualità a Catania. La giovane vita spezzata nella strada senza sbocco della violenza e della sopraffazione deve fare riflettere tutti, perché a Librino, come in ogni parte della Città, deve potersi affermare la cultura del rispetto delle persone, delle regole del vivere civile e della legalità. E anche per questo esprimiamo piena solidarietà al titolare della rivendita di tabacchi, il consigliere comunale Graziano Bonaccorsi, che deve potere continuare a testa alta nella sua attività imprenditoriale, sentendo vicine le istituzioni”.