Altro

Esame avvocato 2019, le tracce di diritto penale: oggi ultima prova scritta

esame avvocato
Terza e ultima prova per l'esame di avvocato 2019: la traccia prevede che gli aspiranti avvocati redicano un atto giudiziario.

Esame avvocato 2019: le prime due tracce scritte

Negli scorsi giorni hanno avuto luogo le due prime prove scritte per l’esame di abilitazione alla professione forense, la prima chiedeva agli aspiranti avvocati di redigere un parere di diritto civile, e la seconda traccia di ieri invece un parere di diritto penale.

La traccia della seconda prova di ieri simulava il caso di un ragazzo maggiorenne e una ragazza minorenne che si erano scambiati foto hot in chat, senza però mai incontrarsi di persona. La vicenda si è complicata dal momento che le foto di uno dei due sono state diffuse dalla stampa, e i genitori della minorenne hanno scoperto la corrispondenza clandestina della figlia.

Così recitava la traccia di ieri: “Il diciannovenne Caio conosce su facebook la tredicenne Mevia e tra i due inizia una fitta corrispondenza via chat, senza che mai avvenga un incontro effettivo. Caio, dopo qualche tempo, chiede a Mevia di inviargli delle foto in cui lei mostri le sue parti intime. Mevia gli invia le foto richieste e, a sua volta, chiede a Caio di inviarle qualche foto in cui anch’egli sia nudo. Caio le invia una foto in cui lui stesso e il suo amico coetaneo Sempronio, nel corso di una festa, posavano ubriachi e in slip: foto che Sempronio aveva proibito a Caio di diffondere.

La madre di Mevia, avendo per caso scoperto sul computer della ragazza la fitta corrispondenza intercorsa con Caio e le foto che i due si erano scambiati, denuncia il giovane. Successivamente anche Sempronio, avendo appreso dalla stampa locale che Caio aveva inviato a Mevia la foto che lui aveva vietato di diffondere, denuncia l’amico. Il candidato, assunte le vesti dell’avvocato di Caio, individui le ipotesi di reato configurabili a carico del suo assistito, prospettando, altresì, la linea difensiva più utile alla difesa dello stesso.”

Esame avvocato 2019: la terza traccia

La terza prova dell’esame di avvocato 2019 è forse la più complessa perché prevede che i candidati si cimentino nella stesura di un atto giudiziario. I candidati avranno la possibilità di scegliere questa volta tra diritto civile, penale e amministrativo. La difficoltà tuttavia sta nel fatto che gli aspiranti avvocati dovranno dimostrare di conoscere non soltanto il diritto sostanziale ma soprattutto quello processuale, vale a dire procedura civile, penale e amministrativa.

Esame avvocato 2019: la prova orale

La prova finale da sostenere per superare l’esame di avvocato è la prova orale. I candidati ammessi dovranno rispondere sulle seguenti materie: deontologia forense, diritto civile, diritto penale, diritto processuale civile e diritto processuale penale. Infine dovranno scegliere due materie tra: diritto costituzionale, diritto amministrativo, diritto del lavoro, diritto commerciale, diritto comunitario, diritto internazionale privato, diritto tributario, diritto ecclesiastico e ordinamento giudiziario e penitenziario.