Università di Catania

L’Università di Catania assume: le figure ricercate

palazzo centrale
Opportunità di lavoro presso Unict. Si tratta di contratti a tempo determinato della durata di tre anni.

L’Università degli studi di Catania ha indetto quattro selezioni pubbliche per la stipula di contratti di lavoro subordinato a tempo determinato della durata di trentasei mesi, per lo svolgimento di attività di ricerca, di didattica, di didattica integrativa e di servizio agli studenti, nell’ambito dell’intervento linea 1 (mobilità dei ricercatori).

Nel seguente prospetto vengono indicati il Dipartimento, sede operativa delle attività di ricerca, il numero identificativo della proposta ammessa a finanziamento dal M.I.U.R., il numero della linea di attività approvata e l’area di specializzazione SNSI, nonché il settore concorsuale bandito.

Dal 7 dicembre decorre il termine di trenta giorni per la presentazione, in via telematica, delle domande di partecipazione. Scadenza fissata per il 5 gennaio 2020.

Per informazioni in ordine alle selezioni di cui al presente avviso si fa rimando al sito del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e dell’Unione europea.

Per ulteriori informazioni leggi il bando completo.

Nel prospetto allegato al bando di selezione sono indicati, per ciascuna delle procedure di cui al presente avviso, la lingua straniera di cui si richiede l’adeguata conoscenza e gli specifici requisiti di ammissione, nonché, ove richiesti, lo specifico settore scientifico-disciplinare (profilo) e il numero massimo di pubblicazioni da presentare a scelta del candidato.

Viene altresì riportata, per ciascuno, la descrizione delle attività previste dalla proposta ammessa a finanziamento, il periodo obbligatorio di lavoro, espresso in mesi, in uno o più Atenei/Enti di ricerca al di fuori del territorio nazionale e la declaratoria del settore concorsuale bandito.

Si ricorda che sul sito ufficiale dell’Università di Catania, nella sezione “Bandi e concorsi”, sono consultabili tutte le posizioni aperte.