Università di Catania

UNICT – “Lingua Madre”: bandito concorso letterario nazionale per donne straniere

Il concorso nazionale bandito dall'Università di Catania si rivolge a donne straniere per racconti in italiano ma anche a italiane che parlano di donne straniere.

Il Centro di ricerca interuniversitario Genova – Catania Polyphonie partecipa al XV Concorso letterario nazionale Lingua Madre, ideato nel 2005 dalla giornalista torinese Daniela Finocchi. Il concorso è diretto a tutte le donne straniere o di origine straniera residenti in Italia che, utilizzando la nuova lingua d’arrivo (cioè l’italiano), vogliano approfondire il rapporto tra identità, radici e il mondo “altro”.

“Lingua Madre” è sviluppato in due sezioni:

  • Le donne straniere raccontano;
  • Le donne italiane raccontano le donne straniere.

Sono previsti diversi premi speciali: per opere legate al cibo e alla sua produzione (premio speciale SlowFood-Terra Madre), per sceneggiature cinematografiche (premio speciale Torino Film Festival), per scatti fotografici (premio speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo), oltre ad un premio speciale Giuria Popolare.

Le opere selezionate saranno pubblicate in un libro che verrà presentato nell’edizione 2020 del Salone Internazionale del Libro di Torino. Sono previsti anche dei premi in denaro. Le studentesse dell’Università di Catania interessate, sia di origine straniera che di origine italiana, possono partecipare inviando le loro opere entro il 15 dicembre 2019 all’indirizzo email della docente dell’Ateneo catanese Beate Baumann o del centro Polyphonie. Ai medesimi indirizzi è possibile scrivere per eventuali ulteriori informazioni e chiarimenti.