Catania

Amt, navetta anti-traffico per la festa della Madonna di Ognina

In occasione della festa della Madonnina di Ognina quest'anno si potrà usufruire di un servizio navetta che consentirà di evitare la fastidiosa ricerca del parcheggio e di inquinare meno.

La Festa della Madonna di Ognina si celebra ogni anno nel Borgo marinaro di Ognina ed è conosciuta dai catanesi con il nome di “A festa d’a Bammina“. Centinaia di cittadini da Catania e non affollano ogni anno il piccolo borgo per assistere alle celebrazioni sacre, ma anche agli aspetti più “spettacolari” della festività, come la processione delle barche pavesate e illuminate che accompagnano la Madonna a mare, dal golfo di Ognina alla scogliera.

Proprio in previsione della festività, che quest’anno avrà il suo clou nel weekend tra il 14 e il 15 settembre, l’Amt ha previsto un piano per combattere il traffico e permettere a tutti di potersi godere le celebrazioni senza i problemi causati dalla ricerca di parcheggio e dallo smog.

Come comunicato attraverso la propria pagina Facebook, infatti, verrà effettuato un servizio speciale Navetta Sanzio – Europa – Ognina. La navetta seguirà il seguente orario e percorso:

Partenza: da piazzale Sanzio alle 15, 15:30, 15:55, 16:25, 16:50, 17:20, 17:45, 18:15, 18:40, 19:10, 19:35, 20:05, 20:30, 21:00, 21:25, 21:55, 22:20, 22:50; 23:45.

Percorso: Piazzale Sanzio, via O. Scammacca, via G. D’Annunzio, Viale V. Veneto, Corso Italia, Piazza Europa, Viale R. di Lauria, Viale A. Alagona, Piazza Mancini Battaglia, Via Messina, Tornaindietro, Viale Ulisse direzione est, Piazza Mancini Battaglia, Viale A. Alagona, Viale R. di Lauria, Piazza Europa, Corso Italia, Viale V. Veneto, Piazza M. Buonarroti, Viale R. Sanzio, Piazzale Sanzio.

In attesa della festa, infine, l’autolinea urbana di Catania pubblica alcune curiosità a proposito della Madonnina di Ognina.

  •  Il suo nome deriva da Lognina, che a sua volta si ispira a Longane, il fiume che sfociava nella baia di Ognina e che fu “sommerso” dall’eruzione del 1381.
  • Negli anni ’50, i mastri del cantiere navale di Ognina, erano considerati i migliori di tutta la Sicilia.
  • Nella spiaggetta di Ognina, diversi secoli fa, c’era un tempio dedicato ad Athena Longatis, la dea protettrice dei navigatori. Prima di partire, i marinai si rivolgevano a lei. Oggi, in quella stessa posizione, c’è la chiesetta di Santa Maria di Ognina.
  • Nell’Odissea, Ulisse scelse proprio il porto di Ognina per sbarcare con i suoi uomini.

Speciale Test Ammissione