Attualità

Il Commissario Montalbano: Camilleri aveva pronto un finale per la serie

L'autore aveva pensato da tempo ad un finale per la sua creatura. L'ultimo libro si chiama ''Riccardino'' ed è gelosamente custodito dalla casa editrice Sellerio.

Ci ha lasciati da poco il Maestro Andrea Camilleri, che dopo una lunga e prolifica carriera letteraria, lascia orfana anche la fortunata serie tv  ”Il Commissario Montalbano” che segue le indagini e le peripezie dell’ omonimo ispettore di polizia di Vigata, cittadina fittizia in cui svolge le sue funzioni.

Camilleri haf il suo esordio sulle pagine di un romanzo nel 1994, con il poliziesco La forma dell’acqua e successivamente, nel 1995, con Il birraio di Preston, che partecipa al premio Viareggio e comincia a dare al commissario siciliano una certa popolarità, con quasi 70mila copie vendute.

Ma il boom arriva nel 1999 quando, a seguito della pubblicazione con Sellerio di La concessione del telefono e La mossa del cavallo, la Rai inserisce nel suo palinsesto la serie tratta dai polizieschi firmati da Camilleri, con protagonista Luca Zingaretti.

Nel corso degli anni la serie ha guadagnato la stima e l’affetto del pubblico, il quale si domanda quali saranno le sorti della serie, ora che il suo creatore è venuto a mancare.

La risposta è da cercare in alcune interviste rilasciate da Camilleri: “Temendo l’arrivo dell’Alzheimer, più di tredici anni fa mi venne in mente come far finire Montalbano e lo scrissi e lo mandai ad Elvira Sellerio, – racconta Camilleri in un’intervista del 2018 alla trasmissione CartaBianca- l’ho ripreso in mano di recente e l’ho riscritto perché la mia scrittura, in questi anni, ha subito un’evoluzione. È stato riscritto dal punto di vista della scrittura non del plot o dell’aneddoto che racconta”.

L’epilogo delle vicende di Montalbano sarebbe contenuto in un romanzo, dal nome ”Riccardino”, e sembrerebbe essere stato pensato in modo alquanto particolare: si pensa addirittura che il Commissario letterario avrà un confronto con il Commissario televisivo e con lo stesso autore. Non può ricomparire sotto altra forma. Non può essere buttato in un burrone come accadde a Sherlock Holmes e poi, a furor di popolo, essere recuperato. Non muore, non va in pensione. È una soluzione che penso sia originale, ma che non posso rivelare”- dichiarava Camilleri. L’ipotesi è che quindi l’ultimo capitolo della fortunatissima serie de “Il commissario Montalbano” possa essere pubblicato postumo, così come avrebbe voluto il suo autore.