Università di Catania

Università bandita, arrivano gli ispettori nell’ateneo catanese

piazza università catania
Si occuperanno di controllare la regolarità dei procedimenti amministrativi e l'impiego delle risorse pubbliche.

Arrivano gli ispettori all’Università di Catania: questo è stato fatto sapere da Palazzo Chigi, dopo l’incontro del Presidente del Consiglio con i parlamentari etnei di maggioranza. Durante l’incontro, infatti, sono state illustrate le criticità inerenti al territorio; in particolare, si è data una maggiore attenzione alle vicende giudiziarie che stanno coinvolgendo l’ateneo catanese e un gran numero di docenti delle varie facoltà.  Di conseguenza, è arrivata la decisione definitiva, concordata dallo stesso Premier col Ministro dell’Istruzione.

Come fatto sapere direttamente da Palazzo Chigi, gli ispettori avranno un ruolo ben preciso durante la loro permanenza all’Università di Catania, ovvero quello di eseguireverifiche amministrative e contabili al fine di accertare la regolarità e la correttezza dei procedimenti amministrativi e dell’impiego di risorse pubbliche, rimanendo impregiudicate le indagini penali”. È stata assicurata, infine, una massima attenzione nei confronti delle indagini da parte del Presidente Conte e dal Ministro dell’Istruzione Bussetti.

Rimani aggiornato